/ Politica

Politica | 20 febbraio 2021, 12:21

"Parcheggio al Valentino con navetta": l'alternativa di Forza Italia alla pedonalizzazione di corso Marconi [FOTO]

Questa mattina sit-in e lancio della petizione popolare per individuare nuovi posteggi. Scanderebech: "Commercianti e residenti vanno coinvolti"

Manifestazione politica in strada

Manifestazione di Forza Italia contro le pedonalizzazioni

No alla pedonalizzazione, sì alla riqualificazione. È questo lo slogan che ha guidato il sit-in di Forza Italia, questa mattina, in corso Marconi, all'angolo con via Nizza. Circa una trentina di manifestanti hanno espresso così il proprio dissenso verso gli interventi del Comune sulla viabilità del quartiere, attuati senza il dovuto coinvolgimento di residenti e commercianti.
A dirlo è la consigliera comunale Federica Scanderebech: "Non si può stravolgere un territorio senza un'idea ben strutturata. Corso Marconi è un asse strategico: sarebbe più opportuno rendere pedonali strade interne, come via Giacosa. Siamo qui per sostenere tutti coloro che non sono stati debitamente interpellati e si sono ritrovati di fronte a un progetto ormai chiuso e non più modificabile".

Una petizione popolare sul tema pedonalizzazione

Il coordinamento di Forza Italia, in quest'occasione, ha presentato una petizione popolare per intervenire concretamente sulla pedonalizzazione con proposte alternative. "Vorremmo un parcheggio sotterraneo in corso Marconi, com'era già stato individuato dalla giunta Fassino e poi bocciato da Appendino - ha spiegato Scanderebech -. Oppure utilizzare l'ospedale Covid al quinto padiglione, dopo che sarà smantellato. È un'idea proposta dall'associazione di commercianti in via Baretti, che si dice anche disposta a finanziare delle navette gratuite di collegamento".

San Salvario da riqualificare

La riqualificazione di San Salvario, per gli esponenti di Forza Italia, dovrà in sostanza ripartire non solo dall'incremento dei posteggi, ma anche delle rastrelliere. "I dehors sono invasi dalle bici, la gente non sa dove lasciarle", dice ancora Scanderebech. E conclude: "Con l'arrivo delle ecoisole, sono spariti 105 posti auto nel giro di poche settimane, e ora partiranno i lavori per il teleriscaldamento. San Salvario si ritroverà così bloccata per altri due anni".

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium