/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 22 febbraio 2021, 18:29

Il mondo delle guide turistiche vuole ripartire. "Ma con il ministero si devono fissare anche regole per la professione"

Sono le prime parole di Micol Caramello, la torinese eletta come nuova presidente nazionale di Federagit Confesercenti

Micol Caramello

Micol Caramello eletta presidente Federagit Confesercennti

Una torinese al vertice del mondo delle guide turistiche a livello italiano: è Micol Caramello, eletta presidente nazionale di Federagit, l'associazione di categoria della Confesercenti, durante l'assemblea elettiva che si è svolta oggi a Roma. Caramello, 47 anni, in attività da 12, ricopre attualmente la carica di presidente di Federagit Piemonte ed è componente della giunta di Confesercenti Torino.

E tra le priorità, per uno dei settori che più sta soffrendo le restrizioni da Covid, c'è proprio allacciare un dialogo con il nuovo interlocutore istituzionale. “Occorre ripristinare - ha detto subito dopo l'elezione - il tavolo di confronto con il nuovo ministero del Turismo, che accogliamo con grande favore, per una legge organica di riordino del settore che disciplini, finalmente, il corretto esercizio delle professioni turistiche in generale e della professione di guida in particolare, ora urgente più che mai con l’incertezza e le difficoltà economiche che - ormai da un anno a causa della pandemia - i professionisti del settore stanno affrontando, insieme alla necessità di sostegni adeguati, anche per tutte le situazioni meritevoli di tutela che sono rimaste fuori – ed alla programmazione della ripartenza".

La richiesta di regole, valide anche per gli operatori stranieri

Serve un segnale forte alla categoria, abbiamo bisogno di certezze e di una normativa chiara – ha sottolineato Caramello – che affronti, come chiediamo da tempo, tre punti fondamentali per i professionisti del settore: i titoli, gli ambiti e dove queste professioni turistiche operano senza sovrapporsi. Auspichiamo, inoltre, che lo Stato definisca in modo preciso, in merito alla direttiva Bolkestein in cui erroneamente sono state inserite le guide turistiche, il concetto di lavoro temporaneo ed occasionale: non vogliamo bloccare le guide con titolo straniero, ma chiediamo che operino, a tutela del nostro lavoro, in linea con le leggi italiane.

“Chiediamo - ha aggiunto la presidente - che in merito ai fondi del Recovery Fund, il ministro Garavaglia ci coinvolga attivamente nei progetti di promozione turistica, insieme agli enti pubblici ed alle Istituzioni, nella piena consapevolezza dell’importante ruolo e funzione che la guida abilitata svolge nella divulgazione delle eccellenze dei nostri territori. Federagit  - ha concluso Caramello - raccoglie con grande responsabilità la sfida del rilancio del comparto seppur in un momento certamente difficile, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione per tutelare i professionisti del settore, dalla formazione alla tutela assicurativa”.

M.Sci

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium