/ Attualità

Attualità | 23 marzo 2021, 21:25

Anas cede la casa sgomberata di Oulx: da rifugio per migranti a bar

Potrebbe essere questo il futuro di "Chez JesOulx", la casa cantoniera appena sgomberata dalle forze dell'ordine: quattro giorni fa pubblicato il bando. In vendita anche le strutture di Rivoli, Exilles e Claviere

casa cantoniera oulx - foto di repertorio

Anas cede la casa sgomberata di Oulx: da rifugio per migranti a bar

Da rifugio autogestito per assistere i migranti diretti in Francia, a bar o stazione per la ricarica dei veicoli elettrici. Potrebbe essere questo il futuro di "Chez JesOulx", la casa cantoniera alle porte di Oulx - sgomberata questa mattina dalle forze dell'ordine - trasformata dagli anarchici stranieri e italiani in un punto di accoglienza per accogliere gli stranieri che tentavano di raggiungere il paese d'Oltralpe, attraverso i sentieri di montagna.

Solo questa notte, come spiegava Rainbow4Africa, erano state accolte una cinquantina di persone, tra cui molte donne e bambini. 

Quattro giorni fa il bando Anas

Una liberazione che arriva a quattro giorni di distanza dalla pubblicazione da parte di Anas del bando per l'assegnazione di 100 case cantoniere in tutta Italia, tra cui figura anche quella di Oulx. In provincia di Torino l'ente è pronto a cedere anche altre tre strutture: una in corso Susa a Rivoli, quella sulla strada nazionale ad Exilles e infine una sulla strada statale 24 a Claviere.

"Questa operazione - spiega in una nota l'Amministratore Delegato di Anas, Massimo Simonini - si inserisce nell'ottica della riqualificazione, dell'accessibilità e della fruizione degli immobili di proprietà Anas. Attraverso il recupero di questi edifici dal rilevante valore iconico vogliamo promuovere un modello di sviluppo sostenibile in termini ambientali e socio economici per i territori dove sono ubicati, rivitalizzando l'economia locale ed i suoi microsistemi industriali, incentivando un turismo diffuso di qualità".

Possibilità di riconversione in bar o stazioni di ricarica

In linea con gli strumenti urbanistici vigenti le case cantoniere possono essere destinate ad un'attività ricettiva di qualità e funzioni complementari come ristorazione, bar o punti di ristoro, centri informativi e didattici, stazioni per la ricarica dei veicoli elettrici.

I soggetti interessati dovranno far pervenire le offerte digitali, corredate dalla documentazione richiesta, sul Portale Acquisti ANAS (https://acquisti.stradeanas.it), pena esclusione, entro le ore 12 del 15 giugno 2021. Navigando la mappa link www.stradeanas.it/casecantoniere è possibile visualizzare, evidenziate in rosso, le 100 case cantoniere interessate dal bando.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium