/ Cronaca

Cronaca | 06 aprile 2021, 20:44

Abusi su una volontaria del 118, il processo torna in Corte d'Appello

La Cassazione chiede valutare procedibilità anche senza querela

aula di tribunale - foto d'archivio

Abusi su una volontaria del 118, il processo torna in Corte d'Appello

Torna in Corte d'appello a Torino il processo su una presunta vicenda di abusi sessuali commessi tra il 2010 e il 2011 all'interno di un ospedale nel capoluogo piemontese.

L'imputato, Massimo R., un volontario del 118, è stato assolto sia in primo che in secondo grado ma gli Ermellini, secondo una prima lettura dell'ordinanza, hanno ordinato un nuovo passaggio davanti ai giudici piemontesi perché valutino le condizioni di procedibilità anche in assenza della querela della vittima.

Il racconto della donna, una volontaria del 118 che aveva parlato di diversi episodi, era stato giudicato "intrinsecamente inverosimile" dal tribunale. In appello l'imputato è stato nuovamente assolto. La procura generale, però, ha fatto ricorso affermando che, nel caso specifico, la denuncia non è necessaria.

L'uomo, oltre ad essere un volontario, era anche un istruttore e aveva funzioni di organizzatore del servizio.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium