/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 01 maggio 2021, 19:00

Riapre l'Officina della Scrittura: e le magnolie di Osvaldo Neirotti accolgono il pubblico all'esterno

Lunedì ingresso gratuito. Visibile la mostra "Un tasto italiano. Remington e Cesare Verona Senior a Torino"

officina della scrittura

Da lunedì riapre l'Officina della Scrittura

Lunedì 3 maggio, dopo la chiusura forzata dell’ultimo periodo causa emergenza sanitaria, riaprono al pubblico gli spazi dell’Officina della Scrittura, che non ha mai comunque fermato la sua attività reinventandosi negli ultimi mesi attraverso progetti on line, nuove collaborazioni artistiche e interventi sugli spazi espositivi.

La riapertura sarà naturalmente regolata nel rispetto delle misure di sicurezza sanitaria, con l’adozione da parte del Museo di tutti i provvedimenti necessari ad assicurare la protezione dei visitatori, che possono muoversi in uno spazio di oltre 3.500 mq nella massima sicurezza e nel rispetto della distanza fisica.

In occasione del primo giorno di riapertura gli spazi dell’Officina della Scrittura saranno visitabili gratuitamente con prenotazione obbligatoria.

Dal 10 maggio, compatibilmente con il DPCM in vigore e le misure anticovid, sarà possibile usufruire nei giorni settimanali e solo su prenotazione, di un pacchetto a 19€ comprensivo di visita al Museo, alla Manifattura Aurora e di un pranzo al Ristorante L’Officina.

Oltre agli spazi interni del museo sarà anche possibile usufruire di un percorso esterno, recentemente impreziosito dall'opera dell'artista Osvaldo Neirotti, che ad un’iniziativa di Land Art ha lavorato a un progetto artistico su tre magnolie secolari della corte di Officina della Scrittura. Le magnolie raccontano così di un percorso antico, che mette in comunicazione l'Abbazia di San Giacomo a Stura con le terre coltivate e irrigate circostanti. Accanto agli spazi museali è possibile veder scorrere un canale medievale, con il suo antico ponticello e ammirare le vaste terre verdeggianti che accompagnano la vista verso Superga.

Unitamente alla collezione permanente, torna ad essere visitabile UN TASTO ITALIANO. Remington e Cesare Verona Senior a Torino curata da Valentina Lombardo e Domenico Scarzello.
La mostra terminata nel 2020, pochi giorni prima del lockdown, sarà prorogata fino al termine dell’estate 2021 per poi lasciare spazio a una nuova programmazione.

L’allestimento raccoglie oggetti e documenti legati alla storia delle macchine per scrivere Remington, di cui Cesare Verona Senior è stato concessionario unico per l’Italia. Si possono ammirare macchine per scrivere che hanno segnato un’epoca, dalla Sholes e Glidden, la prima macchina industriale al mondo, che aveva caratteristiche ancora oggi in uso su ogni singola tastiera di computer, fino ad arrivare alle più moderne portatili, passando per la Remington Standard N.5, la prima venduta da Cesare Verona Senior.

All’interno del percorso il visitatore è accompagnato in un viaggio nel tempo, alla scoperta, non solo delle macchine per scrivere, ma anche di tutti gli oggetti ad essa collegati, come i nastri dell’inchiostro, i manuali di funzionamento e soprattutto pubblicità, cartoline d’epoca e documenti commerciali strettamente legati alla Remington e alla figura di Cesare Verona Senior.

L’esposizione permanente del museo in occasione della riapertura si arricchisce inoltre di un nuovo allestimento, creato in collaborazione con Acqua di Cherasco. Si tratta di un’installazione olfattiva, un viaggio sensoriale con profumazioni inedite, che segue il percorso dedicato agli strumenti di scrittura nella sua suddivisione per decadi, dedicando a ognuna di queste un libro profumato identificato da parole chiave che “lette” in sequenza diventano frase e messaggio di unicità.

Numerosi gli appuntamenti sulla scrittura e lettura, temi fondanti del museo, in programma a maggio Alza la Voce della Lettura! è un nuovo appuntamento settimanale per iniziare un viaggio appassionante nelle emozioni che un testo può rivelare, per far diventare ogni lettura un momento coinvolgente, per divertirsi e affascinare chi ascolta. Nuova proposta anche per il corso Alfa Centauri organizzato in collaborazione con l’Associazione culturale Yowras. Proseguono anche i corsi di calligrafia di Ernesto Casciato con Gotica Rotunda, uno stile calligrafico nato in Italia nel XII sec., quasi in contrapposizione con l'incredibile sviluppo degli aguzzi stili gotici che si andavano affermando in Europa settentrionale e destinato a diventare lo stile più utilizzato per la vergatura degli "antifonari", ovvero grandi libri musicali posti in Chiesa al centro del coro.

Tutte le info e i dettagli disponibili nella sezione eventi del sito Officina della Scrittura
https: //www.officinadellascrittura.<wbr></wbr>it/tutti-gli-eventi/

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium