/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 04 maggio 2021, 18:00

Novità del Distretto Aerospaziale Piemontese traino importante per il territorio

Torino capitale del rilancio della metalmeccanica tra centro europeo di incubazione di impresa per ESA e lo sviluppo innovativo del trasporto sostenibile.

Novità del Distretto Aerospaziale Piemontese traino importante per il territorio

Mentre il Piemonte e la Valle d'Aosta vanno verso una nuova collaborazione in agricoltura per sfruttare al meglio le opportunità offerte da un antico settore riscoperto negli ultimi anni, la nostra regione può contare su un altro tassello chiave per lo sviluppo economico: parliamo del DAP - Distretto Aerospaziale Piemontese.

DAP è l’Associazione che riunisce i top player piemontesi del settore aerospaziale e dell’aviazione, sia fra le industrie che gli operatori del mondo della ricerca scientifica. Questa organizzazione è nata nel 2019, come evoluzione del precedente Comitato Distretto Aerospaziale Piemonte, attivo già dal 2015, con il fine di condividere e potenziare le tematiche dell’aerospazio, tramite il sostegno alla filiera, la creazione di sinergie e progetti per favorire l’innovazione, la formazione professionale e la ricerca, l’analisi di opportunità di finanziamento e l’attività di comunicazione.

Proprio la metalmeccanica può ripartire dallo spazio, con la candidatura del capoluogo piemontese ad essere la città ospitante dell'ESA Business Incubation Center Italy; in altre parola Torino punta a diventare la sede italiana dell’incubatore dell’ESA (Agenzia spaziale europea). Infatti, l'incubatore d'impresa I3P, il Politecnico di Torino e LINKS Foundation hanno presentato congiuntamente all’European Space Agency la candidatura per ospitare l’ESA Business Incubation Center Italy.

La decisione dovrebbe arrivare a fine anno. Il responso positivo sarebbe un indubbio balzo in avanti per rafforzare il comparto industriale con la nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative basate su tecnologie aerospaziali. Stiamo parlando di un settore che con il solo Piemonte genera il 17% delle esportazioni nazionali, che nel caso potrebbe vedersi riconoscere 2,5 milioni di euro per il periodo 2022-2027 (oltre il 35% arriverebbe tramite un finanziamento diretto dell’Agenzia spaziale europea, mentre il 25% del budget sarà destinato alle start-up coinvolte nel programma).

Un settore industriale di enorme peso economico, che a livello europeo genera ricavi per 307 miliardi di euro all'anno (178 miliardi dall'aeronautica, 116 miliardi del segmento della difesa e 13 miliardi dall'industria spaziale). L'industria leader del continente è la francese Airbus (oltre 50 miliardi di ricavi annuali), importantissima la nostra Leonardo con 13 miliardi di ricavi anni, ma altrettanto importante è il fatturato della prima economia europea: la Germania.

Come riporta il sito fitformoney: "Il fatturato tedesco già nel 2018 raggiunse i 40 miliardi di euro, con un trend di crescita media annua superiore al 7% dalla metà degli anni '90; 220 aziende e istituzioni collegate. Uno dei settori industriali più innovativi della Germania, che investe il 10% (4 miliardi di euro) del reddito annuo in ricerca e sviluppo e vede le principali aziende multinazionali del settore essere quotate alla borsa di Francoforte".

Ma il Piemonte eccelle anche nella tecnologia per la mobilità sostenibile, sia terrestre che aerospaziale, con l’indotto legato al torinese Environment Park e il suo nuovo piano industriale per lo sviluppo dei motori ad idrogeno dotati di massima efficienza.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium