/ Attualità

Attualità | 07 giugno 2021, 17:53

Progetto Sottocielo, inaugurato a Collegno l'orto urbano dei volontari

Taglio ufficiale del nastro e incontro con le volontarie della mensa “Il Cenacolo” a Grugliasco

orto urbano inaugurato a Collegno

Inaugurato l'orto urbano di Stessocielo a Collegno

È stato ufficialmente inaugurato oggi, con il taglio del nastro e la partecipazione delle istituzioni, il progetto “StessoCielo – Il Volontariato che nutre la Comunità”, un orto urbano – allestito dai volontari di SOLE a Collegno, in Strada Antica di Rivoli, su un terreno concesso dall’Amministrazione comunale – che si sviluppa sui territori dei comuni di Collegno e Grugliasco e vede Volontariato Torino - Vol.To come capofila in partenariato con l’Associazione Sotto L’Equatore - SOLE, in collaborazione con il Forum del Volontariato, l’associazione C46, Il Cenacolo e La Foglia Matta. L’iniziativa è realizzata nell’ambito del progetto Top Metro Fa Bene, promosso da Città Metropolitana di Torino in partnership con S-nodi, che co-finanzia il progetto con fondi del Programma Azioni di Sistema di Caritas Italiana e Caritas Diocesana di Torino.

Il progetto StessoCielo mette insieme più elementi: la costruzione, con le associazioni, di una rete di volontari estesa, condivisa e inclusiva; la promozione dell’agricoltura urbana come strumento di cittadinanza attiva per valorizzare l’ambiente e il paesaggio; l’attivazione di percorsi all’interno delle scuole per raccontare i progetti di volontariato esistenti e stimolare la partecipazione civica dei più giovani e infine sostenere le attività e l’innovazione di due strutture benefiche del territorio.

La compagine degli enti e le istituzioni che hanno preso parte all’iniziativa, prima dell’inaugurazione ufficiale dell’orto urbano, hanno anche incontrato le volontarie della mensa solidale Il Cenacolo, presso la Parrocchia Santa Maria di Grugliasco.

Queste le parole di Stefano Bauducco, Presidente dell’associazione SOLE: "Il progetto StessoCielo nasce grazie a una collaborazione con S-nodi, Il Cenacolo, Comune di Grugliasco e di Collegno. Il ricavato dell’orto –che grazie al lavoro di un volontario è già così bello – riesce a dare supporto di cibo fresco, sano e di qualità alla mensa solidale Il Cenacolo, che ospita ogni giorno, dal lunedì al venerdì, circa 30 anziani".

Così invece il Presidente di Vol.To, Gerardo Gatto: "Il Centro Servizi Vol.To è felice di essere capofila di questo progetto, il cui sottotitolo (Il Volontariato che nutre la Comunità, ndr) è molto significativo, perché non si tratta solo di nutrire con il cibo, ma di creare emozioni e valorizzare l’agricoltura urbana, fare del bene all’ambiente, promuovere il Volontariato nelle scuole e fare rete con tutte le Associazioni, perché da soli non si va da nessuna parte".

L’intervento di Tiziana Ciampolini, Amministratore delegato di S-nodi: "Come S-nodi siamo davvero fieri di questo progetto e di ciò che dimostra: seminando buoni semi, nascono buoni frutti. Questo progetto è infatti l’emblema dei processi di sviluppo sociale ed economico utili per lo sviluppo locale e di prossimità del territorio. È inoltre la manifestazione di una buona rete, che ha dato vita non solo all’orto urbano, ma a tutto un sistema che attorno all’orto cresce e si sviluppa".

Così Annalia Giliberti, presidente del Forum del Volontariato: "Anche il Forum del Volontariato è felice di partecipare a questo progetto, soprattutto per l’attività nelle scuole, affinché i ragazzi possano collaborare con le persone che già lavorano all’orto. L’incontro tra i ragazzi delle scuole e le persone che vengono qua normalmente, creerà sicuramente una bella amicizia e una lunga collaborazione".


Queste le parole di Francesco Casciano, sindaco di Collegno: "Questo progetto mette insieme diversi ingredienti che sono quelli che rendono una comunità più coesa e attenta a tutte le necessità, da quella di crescere e condividere del cibo in un tempo complicato, con tanta solidarietà, al coniugarsi di solidarietà sociale e voglia di stare insieme".

La dichiarazione di Elisa Martino, Vice Sindaco e Assessore al Welfare e alle Politiche Giovanili della Città di Grugliasco: "L’amministrazione comunale di Grugliasco è molto contenta di questa collaborazione con queste realtà, perché il progetto si sviluppa su ambedue i Comuni di Collegno e Grugliasco, per cui si occupa dei cittadini di entrambe le città ed è un’occasione di collaborazione senza badare ai confini".

Le parole di Maria Grazia de Nicola, Assessore alle Politiche sociali e Pari opportunità della città di Collegno: "L’amministrazione di Collegno ha aperto l’opportunità anche alle Associazioni, non solo alle famiglie, ai non occupati, ai giovani, alle donne, ai pensionati, di curare gli orti. Questo progetto è un ottimo modo per costruire relazioni; ricordiamoci infatti che la finalità non è l’orto – che è un mezzo – ma la costruzione di relazioni positive per vivere meglio".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium