Eventi | 14 giugno 2021, 09:19

Officina Piemonte Movie porta il cinema locale in otto comuni fino a settembre

In programma 125 proiezioni tra lunghi di finzione, cortometraggi e documentari. Coinvolti Torino, Grugliasco, Pinerolo, Moncalieri

Sul più bello

"Sul più bello" di Alice Filippi in cartellone per la rassegna Officina Piemonte Movie

Dal 18 giugno al 3 settembre si terrà Officina Piemonte Movie, rassegna cinematografica estiva organizzata dall’Associazione Piemonte Movie che quest’anno coinvolgerà 8 località piemontesi per un totale di 125 proiezioni tra lunghi di finzione, cortometraggi e documentari.

Nei comuni di AlessandriaGroscavalloGrugliascoMoncalieriPerosa ArgentinaPineroloTorinoVillar Perosa, sono in programma 33 appuntamenti con film prodotti, realizzati o legati al Piemonte. In questo modo l’associazione tiene fede alla sua missione di promozione e diffusione del cinema realizzato nella nostra regione, attraverso eventi e attività nei suoi Presìdi cinematografici diffusi sul territorio piemontese.

Fulcro della rassegna sarà la Val Chisone, teatro dalla sezione CineVillaggio che fa capo al Cinema delle Valli, sala gestita da Piemonte Movie, a cui si aggiungono le rassegne Cinema in Piazza e Cinema in famiglia organizzate dall’Associazione Culturale Zampanò nei comuni di Alessandria, Grugliasco, Pinerolo e Torino; gli appuntamenti di Moncalieri in collaborazione con Fondazione e il Circolo Mario Dravelli; un evento nel quartiere Vallette di Torino del Summer Festival di Officine Caos e una serata in programma a Groscavallo con Meibi Produzioni Audiovisive.

I FILM

In programma per Officina Piemonte Movie film come Cuban Dancer di Roberto Salinas (19 giugno, Villar Perosa), vincitore dell’ultima edizione del Glocal Film Festival di Torino e di svariati premi internazionali, prodotto dalla torinese Indyca con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte; il pluripremiato Honeyland di Tamara Kotevska (16 luglio, Grugliasco; 25 agosto, Pinerolo), candidato agli Oscar 2020 e distribuito dalla torinese Stefilm; Spaccapietre di Gianluca e Massimiliano De Serio (5 luglio, Pinerolo; 15 luglio, Torino); Miss Marx di Susanna Nicchiarelli (25 giugno, Villar Perosa; 10 agosto, Alessandria) che ha esordito al Festival di Venezia 2020 e montato dal torinese Stefano Cravero; Sul più bello, girato a Torino dalla cuneese Alice Filippi (9 luglio, Villar Perosa; 25 luglio, Grugliasco; 30 luglio, Alessandria), commedia che è valsa alla regista la candidatura al David di Donatello e ai Nastri d’Argento; 18 Regali del cuneese Francesco Amato (23 luglio, Villar Perosa), vincitore della sezione Giovani del David di Donatello; Paolo Conte, via con me di Giorgio Verdelli (18 giugno, Villar Perosa; 15 agosto, Alessandria; 3 settembre Grugliasco), girato in Piemonte e prodotto con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte; Pastrone! di Lorenzo De Nicola (7 agosto, Groscavallo), film d’apertura del 20° Glocal Film Festival che indaga e ricostruisce la figura del massimo esponente del cinema muto, l'astigiano Giovanni Pastrone.

Officina Piemonte Movie sarà anche l’occasione per vedere il nuovo film del regista cuneese Fredo Valla, Bogre. La grande eresia europea (17 luglio, Villar Perosa), che vede tra gli interpreti il musicista Giovanni Lindo Ferretti è un road-movie di cui alcune scene sono ambientate in provincia di Cuneo, sulle tracce di catari e bogomili, eretici tra il IX e il XIV secolo.

EVENTI GLOCAL SHORTS

Il calendario della stagione estiva propone anche 2 eventi speciali curati dal Glocal Film Festival, che da 20 anni seleziona il meglio della produzione legata alla vivace industria filmica piemontese: il 9 luglio a Moncalieri e il 17 luglio a Torino in programma Glocal Shorts una selezione dei migliori cortometraggi dalle ultime edizione del Glocal Film Festival.

Inoltre il 23 luglio a Moncalieri ‘Bove Story - Muuh Film Festival’, la storia ultradecennale del festival torinese raccontata anno per anno attraverso alcuni dei corti più belli e significativi.

CINEVILLAGGIO

I 13 appuntamenti del ciclo CineVillaggio che si terrà a Villar Perosa e Perosa Argentina dal 18 giugno al 24 luglio, includono il contest Piemonte Factory, il progetto La fabbrica del villaggio, l 1a edizione del Premio cinematografico Fernadel, oltre a quattro appuntamenti che saranno una finestra “Glocal” italiana ed europea: il film tedesco Lezioni di Persiano di Vadim Perelman (sabato 3 luglio), lo svedese Mr. Ove di Hannes Holm (sabato 10 luglio), la coproduzione italo-francese che si aggiudicherà il Premio Fernandel (sabato 24 luglio), e una selezione di corti a cura della Calabria Film Commission per ricordare il gemellaggio Villar Perosa – Pizzoni (VV).

Domenica 27 giugno sarà l’occasione per vedere su grande schermo tutti i cortometraggi candidati a partecipare a Piemonte Factory - Film LabContest Under 30 che, unendo formazione e produzione, accompagnerà i selezionati nella realizzazione di un cortometraggio fino alla presentazione in una speciale sezione del Torino Film Festival 2021, sotto la direzione artistica del regista Daniele Gaglianone.

Sabato 10 luglio, verrà proiettato il documentario breve La fabbrica del Villaggio, che racconta la storia simbiotica tra Villar Perosa, il suo Villaggio operaio Giovanni Agnelli e la fabbrica Riv-Skf, realizzato nell’ambito dell’omonimo laboratorio video del Cinema delle Valli, sostenuto dalla Fondazione Time2 nell’ambito del Bando Prossimi, che si concluderà a settembre 2021.

PREMIO CINEMATOGRAFICO FERNANDEL

A chiudere la manifestazione CineVillaggio il Premio cinematografico Fernandel per la miglior co-produzione italo-francese (sabato 24 luglio): uno speciale evento realizzato in occasione del 50° anniversario della scomparsa dell’attore d’Oltralpe Fernand-Joseph-Désiré Contandin, le cui origini si ritrovano a Perosa Argentina dove nacquero i genitori e dove leggenda vuole sia nato anch’esso prima del trasferimento a Marsiglia dove venne ufficialmente registrato.

Durante la serata verrà svelato e proiettato il film vincitore, scelto tra 8 delle migliori produzioni cinematografiche italo-francesi degli ultimi 4 anni. Oltre alla serata di premiazione altre due proiezioni faranno da corollario all’iniziativa a Perosa Argentina (26 giugno) e al Cinema Massimo di Torino (13 luglio). Grazie al supporto di Film Commission Torino Piemonte, i produttori del film vincitore saranno ospitati 4 giorni in Piemonte per visitare le location regionali, facendo di questa iniziativa l’ambasciatrice per nuove produzioni sul nostro territorio.

La prima edizione del premio è realizzata in collaborazione con Film Commission Torino PiemonteMuseo Nazionale del CinemaTorino Film FestivalAlliance Française di TorinoComune di Villar Perosa e Comune di Perosa Argentina.

Crediamo molto nel progetto Officina Piemonte Movie - afferma Alessandro Gaido, presidente dell’Associazione Piemonte Movie – Apre uno spazio estivo itinerante nel territorio piemontese - dopo quello invernale tutto torinese del Glocal Film Festival - interamente dedicato al cinema realizzato nella nostra regione o ad esso collegato. Ci piace poi sottolineare come la sezione CineVillaggio della nostra stagione estiva, abbia anche una valenza storica, culturale e sociale per una zona montana, come quella della Val Chisone, da sempre terra di confine e oggetto di passaggi, migrazioni, contatti e convivenze con la vicina Francia. Vocazione evidenziata dalla nascita del Premio cinematografico Fernandel, dedicato ad un attore d’Oltralpe con profonde radici in queste vallate”.

Comunicato stampa

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium