/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 17 giugno 2021, 11:01

Grandi Opere, Cirio scrive al Governo: Tav verso lo sblocco e nomina del commissario

"La nomina di Mauceri è un segnale importante poiché riconosce la professionalità di chi ha già dimostrato grandi capacità sull’altra grande infrastruttura ferroviaria del Terzo Valico dei Giovi"

Grandi Opere, Cirio scrive al Governo: Tav verso lo sblocco e nomina del commissario

Tratta nazionale della TAV Torino-LioneTangenziale di Mondovì (Cn) e quadruplicamento della linea ferroviaria Tortona (Al) - Voghera (Pv): sono questi i tre interventi piemontesi inseriti nell’elenco delle opere da sbloccare mediante commissariamento inviata dal ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini alle Camere per acquisire il parere da parte delle Commissioni parlamentari competenti.

Soddisfazione a metà per la Regione Piemonte: se da un lato si sbloccano tre opere di grande importanza mancano però ancora all’appello due interventi per cui è stato chiesto il commissariamento a più riprese, la Pedemontana Piemontese tratta Masserano-Ghemme, tra Biellese e Vercellese, e la variante di Demonte sulla Strada Statale 21 “della Maddalena”, nel Cuneese.

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore regionale ai Trasporti e Infrastrutture Marco Gabusi hanno immediatamente scritto al ministro Giovannini per esprimere la soddisfazione per le opere incluse nell’elenco e per ricordare che altre opere, non meno importanti per il territorio, chiedono di essere sbloccate ormai da moltissimo tempo.

"Abbiamo appreso con soddisfazione – sottolineano il presidente Cirio e l’assessore Gabusi nella lettera - , dall’elenco delle opere da sbloccare tramite commissariamento, che le nostre datate e reiterate richieste rispetto al collegamento ferroviario Torino-Lione hanno trovato in Lei un interlocutore puntuale. La proposta di nomina, sulla tratta nazionale, del commissario Mauceri è inoltre un segnale importante poiché riconosce la professionalità di chi ha già dimostrato grandi capacità sull’altra grande infrastruttura ferroviaria del Terzo Valico dei Giovi".

"Nello stesso solco e con medesima positività - continuano - apprendiamo della proposta rispetto alla realizzazione della Tangenziale di Mondovì con collegamento alla Strada Statale 28 e del quadruplicamento della tratta ferroviaria Tortona-Voghera. Proprio nell’intento di completare il quadro infrastrutturale della nostra Regione e con uno spirito di leale collaborazione siamo anche a dover, purtroppo, sottolineare che tra le nostre richieste risulta fondamentale anche la nomina di un Commissario sulla Pedemontana Piemontese. Tale opera, seppur dotata di copertura finanziaria, da troppo tempo è ingrovigliata in un iter normativo che sta bloccando un intero territorio, quello Biellese e Vercellese, limitandone notevolmente la capacità imprenditoriale". 

"Con l’occasione - proseguono il Governatore e l'esponente di Giunta - rimarchiamo altresì la situazione del tracciato in variante di Demonte sulla Strada Statale 21 “della Maddalena”, nel Cuneese, che, per un parere discordante tra i Ministeri della Transizione Ecologica e della Cultura, è ferma al palo da molti anni. Come dimostrato in materia di collegamento Torino-Lione, la Regione Piemonte ha la pretesa di essere un interlocutore serio, le cui richieste sono sempre motivate da profonde necessità socio economiche dei territori".

"Auspichiamo – concludono il presidente Cirio e l’assessore Gabusi - che possa nuovamente prendere in considerazione il commissariamento delle altre importanti opere indicate".

 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium