/ Politica

Politica | 28 giugno 2021, 19:26

L'appello degli ex Embraco a Salvini: “Aiutaci”. Il leader della Lega: “Giovedì incontro a Roma, ci proviamo” [VIDEO]

Gli operai hanno puntato il dito contro il ministro Giorgetti: “Avrebbe l’occasione d’oro di far partire il polo italiano di compressori ma non lo sta facendo”. Salvini: “Siamo arrivati e abbiamo trovato 100 crisi industriali”

L'appello degli ex Embraco a Salvini: “Aiutaci”. Il leader della Lega: “Giovedì incontro a Roma, ci proviamo” [VIDEO]

Ci devi aiutare, non ce la facciamo più. Siamo stanchi, nessuno ha risolto il nostro problema”. E’ un grido disperato quello che gli operai ex Embraco hanno rivolto a Matteo Salvini, che con Paolo Damilano ha incontrato i lavoratori prima della conferenza al Golden Palace.

Quattro ministri e quattro governi, ma nessuno ha fatto nulla. Ora c’è Giorgetti che avrebbe l’occasione d’oro di far partire il polo italiano di compressori ma non lo sta facendo” è l’accusa mossa dagli ex Embraco al ministro leghista. Salvini ha provato a parare i colpi: “Siamo arrivati al Governo e abbiamo ereditato 100 crisi industriali, dall’Alitalia all’Ilva, passando per Embraco”.

Una situazione che non ha calmato gli operai: “Noi il 22 di luglio siamo a piedi, costa meno la reindustrializzazione che la cassa integrazione”. Salvini, dal canto suo, ha puntato il dito contro chi, prima di Giorgetti, si è ritrovato a gestire questa crisi industriale: “Non entro nel merito di chi ha fatto errori in passato, ma mi sembra evidente che qualcuno non ha raccontato le cose come stanno”.

Il leader della Lega ha poi lasciato i lavoratori con una mezza promessa: “Giovedì sono a Roma per la vostra e per altre tre situazioni urgenti. Ho un potere limitato, ma proviamo a risolvere la vostra questione”.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium