Leggi tutte le notizie di BACKSTAGE ›

Attualità | 02 agosto 2021, 16:41

Approvata la revisione del regolamento edilizio del Comune di Torino

Iaria: "Uno degli obiettivi che l’amministrazione si era prefissata"

Approvata la revisione del regolamento edilizio del Comune di Torino

Su proposta dell’assessore all’Urbanistica Antonino Iaria, nella seduta del 2 agosto 2021 il Consiglio Comunale di Torino, con 23 voti favorevoli e 1 astenuto, ha approvato la revisione del Regolamento edilizio comunale.

Il testo sostituisce integralmente quello sinora in vigore e, come lo stesso, è costituito da una Parte prima e da una Parte seconda, nonché dall’Appendice 1 che contiene le definizioni e i rispettivi parametri, difformi rispetto a quelli presenti nella Parte prima, ma che consentono, a tutt’oggi, la corretta applicazione del vigente Piano Regolatore Generale (Prg).

In occasione della revisione generale del Prg, l’Appendice cesserà di avere efficacia ed entreranno in vigore le definizioni e i parametri della Parte prima.

Restano fatti salvi e invariati sia il “Catalogo dei beni culturali architettonici” prescritto dalla L.R. 35/1995, sia l’“Allegato Energetico Ambientale”, entrambi già allegati al vigente Regolamento della Città e che mantengono quinidi la loro efficacia. Quest’ultimo, in particolare, potrà essere oggetto di una più idonea revisione, parallelamente con il proseguire delle fase di consolidamento della revisione del Prg, degli altri strumenti di pianificazione o degli atti di indirizzo in materia ambientale.

Il nuovo Regolamento – spiega la deliberazione – rappresenta la sintesi di un lungo percorso di revisione e costituisce un ulteriore fase di adeguamento alle specifiche esigenze e alle caratteristiche della città del Regolamento tipo nazionale-regionale.

“La revisione del Regolamento edilizio era una degli obiettivi che l’Amministrazione si era prefissata – ha dichiarato in aula l’assessore Iaria – e che abbiamo raggiunto grazie a un’importante partecipazione di tutti gli attori coinvolti. Tra le novità, segnalo l’obbligo di indicare nelle pratiche edilizie i dati relativi al consumo e al recupero di suolo”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium