/ Cronaca

Cronaca | 01 ottobre 2021, 08:30

Piossasco, svolta nell'omicidio Mottura: fermate tre persone sospettate di essere gli assassini

L'architetto di 49 anni fu ucciso lo scorso mese di giugno dopo aver sorpreso i malviventi nel cuore della notte all'interno della propria abitazione

cancello aperto di una villa

La casa dove si è consumata la tragedia costata la vita all'architetto Mottura

C'è una svolta nell'omicidio di Piossasco: tre persone sono state fermate dalle forze dell'ordine perché sospettate di essere gli assassini di Roberto Mottura, l'architetto quasi cinquantenne che lo scorso 9 giugno è stato ucciso durante un tentativo di rapina all'interno della propria abitazione.

Secondo le prime ricostruzioni effettuate dai carabinieri che svolgono le indagini, non ci sarebbero legami tra la vittima e le tre persone fermate. Quindi questo lascia pensare che la tragedia sia scaturita proprio dalla rapina intralciata dal padrone di casa.

Erano le tre di notte quando i malviventi erano entrati nella villa, probabilmente passando da una finestra. L'uomo cercò istintivamente di difendere la sua famiglia - la moglie e il figlio che erano presenti con lui - e fu ucciso da un colpo di pistola esploso da uno dei rapinatori.

"Adesso spero che marciscano in galera", è l'amaro commento del fratello della vittima, Enrico Mottura. "Ma è una magra consolazione".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium