/ Politica

Politica | 22 ottobre 2021, 15:17

Giunta Lo Russo, Tresso in bilico: in calo Lagioia alla cultura

Una parte del Pd non vuole l'esponente di Torino Domani nell'esecutivo

stefano lo russo

Giunta Lo Russo, Tresso in bilico: in calo Lagioia alla cultura

Nonostante sia il consigliere più votato, Francesco Tresso rischia di rimanere fuori dalla giunta Lo Russo. Proseguono le trattative all'interno del centrosinistra, portate avanti da Daniele Valle, per formare la squadra che Stefano Lo Russo dovrebbe presentare da lunedì. E la presenza dell'esponente di Torino Domani nel futuro esecutivo, nonostante il record di preferenze che dovrebbe garantirgli in automatico la presenza, sembra in forse.

Una parte del Pd contro Tresso 

Una parte del Pd, che osteggia Tresso fin da quando si era candidato alle Primarie contro l'attuale sindaco, non lo vorrebbe in giunta. Questo nonostante il record di preferenze alle urne. Per la sua presenza, in qualità di assessore all'ambiente e transizione ecologica, spingerebbe la parte più a sinistra della coalizione. 

Tramonta l'ipotesi di Lagioia alla cultura 

Sembra tramontare invece l'ipotesi di Nicola Lagioia come assessore alla cultura. Il direttore del Salone del Libro sarebbe considerato molto forte da un punto di vista d'immagine, ma poco politico e tecnico. Sembra quindi riprendere quota la possibilità di un assessore alla cultura interno: in pole per l'incarico potrebbe esserci Carola Messina, così come Chiara Foglietta. La consigliera più votata di Torino è tra le più quotate anche come vicesindaco con delega all'innovazione e al Pnnr: scende nel borsino, come braccio destro di Lo Russo, la professoressa di UniTo Anna Maria Poggi. Tra le più votate anche Gianna Pentenero, che può aspirare ad essere assessore all'istruzione. Sicuro poi di un posto in giunta il segretario metropolitano del Pd Mimmo Carretta, che potrebbe avere l'assessorato ai Trasporti e viabilità. 

Rosatelli di Sinistra Ecologista alle politiche giovanili e lavoro

Allargando lo sguardo alla coalizione Jacopo Rosatelli di Sinistra Ecologista potrebbe ottenere un assessorato alla casa, politiche giovanili e lavoro. Alice Ravinale diventerebbe così capogruppo ed in Sala Rossa rientrerebbe la giovane Fridays Sara Diena

Paolo Chiavarino di Lo Russo sindaco ai Civich e Sicurezza 

Alla luce del risultato elettorale, la lista civica Lo Russo sindaco potrebbe piazzare il più votato, Paolo Chiavarino, come assessore alla sicurezza, ai vigili urbani e sport. Superata da Silvio Viale, perdono le quotazioni di Elena Apollonio come presidente del Consiglio. 

In lizza per questo incarico, che sul tavolo delle trattative ha lo stesso peso di un assessorato, i dem Nadia Conticelli e Claudio Cerrato

Carlotta Salerno (Moderati) per commercio e turismo

All'ultima gamba della coalizione, i Moderati, potrebbe andare l'assessorato al commercio e turismo guidato da Carlotta Salerno

A Lo Russo la scelta degli assessori all'Urbanistica e bilancio 

Spetterà direttamente a Lo Russo scegliere, e non sarà quindi oggetto di trattazione politica, gli ultimi due assessori, all'urbanistica e al bilancio, materie da sempre considerate "pesanti" e appannaggio di tecnici.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium