/ Nichelino-Stupinigi-Vinovo

Nichelino-Stupinigi-Vinovo | 24 dicembre 2021, 15:45

Il medico-sindaco: "La pandemia durerà ancora, ma non avremo più lockdown. Vaccini ai bimbi fondamentali"

Da Nichelino Giampiero Tolardo guarda al ritorno del Piemonte in zona gialla: "Non ci saranno più chiusure e limitazioni come nel passato. Le terze dosi faranno la differenza anche per contenere la variante Omicron"

giampiero tolardo all'asl to5

Il medico-sindaco di Nichelino: "La pandemia durerà ancora, ma non avremo più lockdown"

Parla il sindaco, ma soprattutto il medico (di base), che in questi 22 mesi ha affrontato la pandemia nella doppia veste di primo cittadino di Nichelino e di sanitario: Giampiero Tolardo, a poche ore dal Natale e dall'annunciato del ritorno del Piemonte in zona gialla, prova a vedere il bicchiere mezzo pieno: "I contagi sono in aumento, ma le ospedalizzazioni restano ancora abbastanza limitate e i decessi sono molti di meno. Il 2022 sarà certamente migliore degli ultimi due anni, anche se la pandemia non sparirà".

"Terze dosi e vaccinazione ai bambini fondamentali"

Per Tolardo, la differenza è evidente rispetto a dodici mesi fa: "Oggi le cose vanno meglio grazie alla campagna di vaccinazione che è stata incentivata in maniera importante negli ultimi mesi dal Governo. Le terze dosi sono fondamentali e lo sarà ancora di più la vaccinazione ai bambini". In questo senso, il sindaco (e medico) di Nichelino si sente di lanciare un appello: "Io non ho figli piccoli, ma se li avessi non avrei alcuna incertezza: i vaccini sono sicuri, dobbiamo fidarci della scienza e la vaccinazione anche della fascia 5-11 anni diventa fondamentale per bloccare la diffusione del virus".

Compresa la tanto temuta variante Omicron, che abbiamo imparato a conoscere in queste ultime settimane. Anche qui Tolardo prova a rassicurare: "Questa nuova variante è molto diffusiva ma non più aggressiva e sta creando meno situazioni di criticità, tra coloro che ne sono colpiti".

"La pandemia durerà ancora ma non avremo più lockdown"

Per Tolardo "ci sarà un picco, penso anche a breve, ma poi inizierà la discesa, perché la pandemia si comporta come una qualsiasi epidemia", sottolinea. "Il rapporto tra contagi e ricoveri non è paragonabile a dodici mesi fa, anche se ci sono ancora drammi e morti. Certo ci vorrà ancora pazienza". E fa capire che il coronavirus non scomparirà nel giro di qualche mese: "Le pandemie durano dai tre ai quattro anni, questo ci insegna la storia: dobbiamo tenere duro in questa fase, ma anche se il Piemonte tornerà in zona gialla non ci saranno più lockdown o chiusure come nei mesi passati o l'anno scorso".

Attenzione e cautela durante le feste

Il sindaco-medico di Nichelino invita però tutti a una maggiore cautela in questi giorni: "Se è vero che molte attività si fermano durante le feste, aumentano invece i momenti conviviali e i rischi di contagio: serviranno comportamenti responsabili e cautela, l'uso della mascherina e il distanziamento restano importanti. Io però sono fiducioso, se guardo al 2022 credo che il peggio sia alle nostre spalle", ha concluso Tolardo.

Massimo Demarzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium