/ Cronaca

Cronaca | 15 gennaio 2022, 19:30

Sorpreso a rubare, aggredisce un agente di polizia. Il Siulp: "Troppe aggressioni"

Il poliziotto ha una prognosi di 35 giorni. Il segretario Eugenio Bravo: "Mi sembra evidente ma c'è qualcosa che non funziona in questo sistema"

Sorpreso a rubare, aggredisce un agente di polizia. Il Siulp: "Troppe aggressioni"

Sorpreso a rubare in un supermercato, un cittadino straniero si è rifiutato di fornire le proprie generalità e ha aggredito un poliziotto fatturandogli un dito. A rendere noto l'episodio, avvenuto nei giorni scorsi a Torino, è il segretario generale del sindacato di polizia Siulp, Eugenio Bravo, che ha riferito di una prognosi di 35 giorni per l'agente ferito.

 

"Non c’è molto da spiegare", ha raccontato, "Il responsabile di un furto, sorpreso in flagranza dalla vigilanza, semplicemente si è rifiutato di fornire le proprie generalità e di lasciarsi trasportare da una volante negli uffici di polizia per procedere agli atti relativi alla denuncia. Questo rifiuto e questa ostinazione si è manifestata in modo violento nei confronti dei poliziotti, procurando la frattura di un dito a un agente di polizia che è stata giudicata guaribile in 35 giorni.

Non esattamente una contusione, ma una vera e propria frattura grave, dolorosa e che ben rappresenta la difficoltà degli operatori di polizia che tutti i giorni subiscono ferimenti e lesioni da parte di soggetti che ben lungi dal volersi integrare e forse non intendo nemmeno farlo".

"Come abbiamo già detto in altre occasioni", la conclusione di Bravo, "qualcosa non funziona se per identificare un soggetto autore di furto si deve finire in ospedale. Vedremo cosa la legge prevedrà come punizione per queste lesioni. Nel frattempo il poliziotto non potrà lavorare per ben oltre 35 giorni per cui si ridurrà il suo già non entusiasmante stipendio e non avrà nessun rimborso visto che l'aggressore è nullatenente".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium