/ Attualità

Attualità | 19 gennaio 2022, 13:25

Abbandono selvaggio di rifiuti alla Falchera, Foglietta: “Aumenteremo i controlli, ma le telecamere non risolvono tutto”

L'assessora all'Ambiente cerca di rassicurare i firmatari della petizione per aumentare la videosorveglianza: “Rivedremo il contratto di servizio con Amiat, però contro l'inciviltà serve l'impegno di tutti”

rifiuti abbandonati falchera

Abbandono selvaggio di rifiuti alla Falchera, Foglietta: “le telecamere non risolvono tutto”

La petizione presentata da oltre 300 residenti del quartiere Falchera per l'installazione di telecamere contro l'abbandono selvaggio dei rifiuti in strada è giunta tra i banchi del Consiglio Comunale. La questione è stata trattata ieri pomeriggio durante un'apposita Commissione.

Richiesta di sicurezza da parte dei residenti

L'atto richiede la predisposizione di 5 nuovi dispositivi di videosorveglianza in strada Cuorgnèvia degli Ulivi e strada delle Betulle; nel corso della Commissione, però, è stato sollevato anche il problema della sicurezza: “Queste zone – ha spiegato il primo firmatario Damiano Grilli – sono frequentemente soggette al deposito di materiali molto inquinanti come residui di lavorazioni e calcinacci, se non addirittura amianto. Come se non bastasse, fuori dalla stazione Stura una conoscente è stata molestata”.

Foglietta: “Aumenteremo i controlli ma non basta”

A rassicurare i cittadini sull'argomento rifiuti, allargando il campo di riflessione, ci ha pensato l'assessora all'ambiente Chiara Foglietta: “Falchera - ha sottolineato – è una delle zone della città in cui la raccolta differenziata viene fatta meglio ma, indubbiamente, sono presenti alcune criticità come l'abbandono di rifiuti. Quello che possiamo fare è aumentare i controlli nelle zone menzionate: siamo consapevoli, però, che per fermate l'inciviltà non basteranno, così come non basteranno le sanzioni, le telecamere né le campagne di sensibilizzazione; tutti dobbiamo fare la nostra parte”.

Sulle telecamere, però, la partita risulta tutt'altro che chiusa: “Sul territorio sono già presenti – ha proseguito – 9 impianti fissi, posizionati nei punti di raccolta differenziata, e altri 2 mobili a rotazione sui quartieri che si potrebbe pensare di incrementare. I costi, però, non sempre sono compresi nel contratto di servizio: a breve ci incontreremo con Amiat per discuterne e porteremo a quel tavolo le vostre istanze e la vostra petizione; sugli abbandoni abbiamo anche richiesto investimenti importanti e fatto una riunione con gli 8 presidenti di circoscrizione”.

Pentenero: “Intensificheremo la presenza dei vigili”

A rispondere sulla sicurezza, invece, è l'assessora alla polizia municipale Gianna Pentenero: “Cercheremo - ha commentato – di intensificare la presenza dei vigili individuando progetti specifici per problemi altrettanto specifici per ogni singola zona. Servissero altre telecamere, in sinergia con altri assessorati prenderemo in considerazione questa possibilità sulla base delle questioni di sicurezza evidenziate; il raccordo con le altre forze di polizia è importante per predisporre azioni coordinate su tutta la città, inseriremo le aree segnalate nella mappatura delle zone sensibili”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium