/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 02 aprile 2022, 15:00

Salone del Libro, la richiesta al Comune: "Realizzate un parcheggio per 500 bici"

La proposta della Consulta Mobilità Ciclistica: "E' sufficiente delimitare un’area definita, riconoscibile, con delle rastrelliere per legare ordinatamente le biciclette"

Le code fuori dal Salone del Libro

Le code fuori dal Salone del Libro

Un maxi parcheggio per le bici al Salone del Libro. E' quanto dalla Consulta Mobilità Ciclistica e Moderazione del Traffico al Comune di Torino, in vista dell'evento internazionale in programma a Lingotto Fiere dal 19 al 23 maggio.

"Dal momento che molti cittadini e cittadine torinesi scelgono la bicicletta o il monopattino per recarsi all’evento, chiediamo agli assessori competenti Mimmo Carretta e Chiara Foglietta di iniziare il dialogo con Nicola Lagioia e il soggetto organizzatore dell’evento per la realizzazione di un vero parcheggio bici (temporaneo) nei pressi dell’ingresso principale di Lingotto Fiere Torino" scrivono.

"Sulla falsariga della recente Fiera del Cicloturismo a Milano, è sufficiente delimitare un’area definita, riconoscibile, con delle rastrelliere per legare “ordinatamente” le biciclette" proseguono dal Consulta. La richiesta è quindi quella di definire uno spazio di 500 posti bici (circa 100 transenne), occupando una minima porzione dell’attuale parcheggio auto. 

"Dal momento che il sito promuove la bicicletta come uno dei mezzi di trasporto per raggiungere l’evento, al pari dell’auto - che, però, uno o più parcheggi dedicati li ha eccome - sarebbe un segnale molto importante per invitare la cittadinanza a scegliere un mezzo di trasporto attivo e sostenibile". 

La Consulta ribadisce come nelle passate edizioni, a causa della mancanza di un vero e proprio parcheggio, le persone siano state costrette a legare le bici dove capitava: recinzioni, pali, cartelloni. Tutto questo creando disordine e confusione. "Essendo il luogo dell’evento situato lungo uno degli assi #ciclabili più importanti della Città di Torino, sarebbe senz’altro un’iniziativa utile ai cittadini torinesi e che andrebbe accompagnata con una campagna di comunicazione adeguata" conclude Diego Vezza, presidente della Consulta.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium