/ Politica

Politica | 27 maggio 2022, 12:15

Gavazza (Lega Salvini): "Al via la seconda stagione di pulizia dei fiumi a burocrazia zero”

In Piemonte previsti nuovi interventi manutentivi per prevenire il rischio alluvioni

Gianluca Gavazza

Gianluca Gavazza, Lega Salvini Piemonte

Continua l’impegno della Regione Piemonte a trazione Lega per la prevenzione del rischio idrogeologico. È infatti possibile presentare le domande per il secondo bando a burocrazia zero dedicato alla pulizia degli alvei dei fiumi - commenta il consigliere regionale Gianluca Gavazza - Comporterà complessivamente la possibile rimozione di più di 926mila metri cubi di materiale litoide dai letti dei corsi d’acqua per un totale di 139 interventi in tutta la Regione”. 

Le nostre comunità possono finalmente guardare con rinnovata serenità alla difesa dei lori territori, grazie a un’efficace e rapida azione di messa in sicurezza di fiumi e torrenti che nel passato, anche recente, erano esondati; a tal proposito mi viene in mente il tragico evento alluvionale che colpì Chivasso nel novembre del 1994, uno dei momenti più brutti della storia della città. Tra il 4 e 5 novembre, il ponte del fiume Po costruito per collegare il centro cittadino ai comuni della collina e del Monferrato crollò. Le nove arcate in mattoni non riuscirono infatti a reggere la furia della piena che si scatenò alla confluenza con il torrente Orco ed il territorio rimase improvvisamente isolato - spiega nel dettaglio Gavazza, membro dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale del Piemonte - Proprio con questo secondo bando è prevista l’asportazione di 10.000 metri cubi di materiale dal fiume Po nel comune di Chivasso. Con il modello ‘burocrazia zero’ per le aziende è diventato conveniente rimuovere il materiale litoide dal greto dei nostri corsi d’acqua, visto che possono ricevere immediatamente le concessioni necessarie e partire subito con i lavori”. 

In particolare, nell’Alessandrino potranno essere asportati 168.000 metri cubi di materiale litoide in 21 tratti fluviali, nell’Astigiano 124.950 metri cubi in 22 tratti, nel Biellese 2.500 metri cubi in un tratto, nel Cuneese 319.800 metri cubi in 40 tratti, nel Novarese 36.500 metri cubi in 5 tratti, nel Torinese 182.500 metri cubi in 29 tratti, nel Vercellese 60.000 metri cubi in 7 tratti e nel Verbano Cusio Ossola 32.500 metri cubi in 14 tratti.

comunicazione politica

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium