/ Attualità

Attualità | 17 giugno 2022, 11:47

Black out a Vanchiglietta e San Salvario: caldo e condizionatori fanno "schizzare" la richiesta di luce

Questa settimana +11% rispetto al periodo precedente. Ireti nel biennio 2022-2023 sostituisce 69 km di cavi con materiali più resistenti

foto di repertorio

Black out a Vanchiglietta e San Salvario: caldo e condizionatori fanno "schizzare" la richiesta di luce

Caldo e black-out. Uno dei più classici, purtroppo, binomi estivi è andato ieri sera in scena nei quartieri di Vanchiglietta e San Salvario, dove i residenti sono rimasti senza luce. Un'interruzione di corrente, durata per alcuni condomini diverse ore, determinata da "guasti su diverse linee di alimentazione, riattivate nel corso della notte". A chiarirlo è Iren, che prova a spiegare perché in questo periodo si registri un aumento dei disagi. 

Caldo e guasti

Questo micro guasti sono più diffusi nel mese di giugno, quando si verificano ondate di calore e le giornate sono molto lunghe. Le reti interrate patiscono molto le alte temperature: ad esempio nel mese di agosto sono meno impattanti, perché l'escursione termica è facilitata dal fatto che ci sono meno ore di sole. Non è detto ovviamente che il calore causi sempre dei guasti, ma è uno dei fattori da considerare. 

Nel 2022-2023 sostituiti 69 chilometri di cavi 

Un problema che Iren punta a risolvere tramite il riammodernamento della rete. Ireti, la società che si occupa della distribuzione di corrente, solo nel 2022 ha in programma di cambiare 35 chilometri di cavi con materiali più performanti, in grado di reggere maggiore stress. Nel 2023 i chilometri sostituti per reggere alle ondate di calore saranno 34. 

+11% di corrente 

L'obiettivo è duplice: permettere al sistema di "reggere" alle ondate di calore ed al conseguente aumento repentino dei consumi. E questa settimana si è registrato, complice le temperature torride, un vero e proprio boom di consumo di energia.

Rispetto ai primi giorni di giugno, c'è stato un +11% di richiesta di corrente. Un aumento dovuto a chi - a casa, in ufficio o al ristorante - cerca un po' di refrigerio con condizionatori e ventilatori. Dati che superano quelli dello stesso periodo del 2019, ultimo anno pre-pandemia..

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium