/ Cronaca

Cronaca | 21 giugno 2022, 19:37

Apre la Ludoteca del Tribunale: servizio a disposizione di avvocati, giornalisti ma anche cittadini

Intitolata a Bruno Caccia, da domani ospiterà bambine e bambini dai 3 agli 11 anni. Se si raggiungeranno i dieci iscritti partirà il centro estivo

Apre la Ludoteca del Tribunale: servizio a disposizione di avvocati, giornalisti ma anche cittadini

Inaugurata la ludoteca “Bruno Caccia” per le bambine e i bambini dai 3 agli 11 anni. Il servizio che vede finalmente la realizzazione dopo quasi vent’anni dal primo progetto sarà a disposizione di tutti gli operatori e i fruitori del Palazzo Giustizia di Torino: magistrati, avvocati, personale amministrativo e di polizia giudiziaria, personale della vigilanza e giornalisti accreditati, ma anche cittadini che si devono recare in tribunale per diverse ore e non sanno a chi lasciare i figli. 

Attività didattiche e ricreative

Presenti all’inaugurazione Edoardo Barelli Innocenti, Presidente della Corte d'Appello di Torino e Simona Grabbi, Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Torino. “È stato un percorso lungo ma siamo estremamente contenti e orgogliosi di quello che abbiamo realizzato”, commentano con soddisfazione. All’interno dello spazio, che si trovano al primo piano esterno all’ingresso del Palazzo di Giustizia, lato corso Inghilterra, i bambini potranno giocare guidati dal personale qualificato pronto a proporre attività didattiche e ricreative.

Nei mesi scorsi sono stati fatti lavori, eliminando le barriere architettoniche, anche con un robot montascale per bambini con disabilità motoria.

Si pensa ad attivare centro estivo

La ludoteca aprirà domani e fornirà aiuto ai genitori proprio nel periodo di chiusura delle scuole, con apertura dalle 8 alle 13, orario che potrà poi essere esteso fino alle 16 se le rischierate aumenteranno. Se si raggiungerà il numero di 10 bambini si potrà attivare anche il centro estivo. Nel periodo scolastico sarà attivo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti.

Il nuovo servizio è stato attivato con il patrocinio della città di Torino ed è nato d’ala collaborazione tra uffici giudiziari della Corte d’Appello, il Consiglio dell’Ordine degli avvocati e il Comitato per le Pari Opportunità.

La soddisfazione dell'assessora Salerno

Questa ludoteca va nelle due direttrici che per noi sono fondamentali - commenta l’assessora Carlotta Salerno - la prima di fornire servizi non abituali, a coloro che non vogliono accedere al servizio classico, la seconda è quella del diritto al gioco, diritto fondamentale per un adulto consapevole”.

Uno dei primi progetti in cui sono stata coinvolta nel 2003, oggi siamo nel 2022, tanta strada è stata fatta e tanta resta da fare ma è un primo passo” commenta Cesarina Manassero, Presidente del CPO, Comitato per le Pari Opportunità, presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torino. “Progetto importante è che quasi un unicum sul territorio nazional. Passo avanti nella parità di genere perché sarà utilizzato sia dai papà che dalle mamme” aggiunge Elisabetta Teresa Gallino, Presidente del CPO, Comitato per le pari opportunità, presso la Corte d’Appello di Torino.

Per informazioni3893133211ludotecatribunale@gmail.com

Chiara Gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium