/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 06 ottobre 2022, 13:10

Per quanto tempo una bottiglia di vino può restare aperta?

Il vino, nonostante non abbia una data di scadenza quando è chiuso, può deteriorarsi molto in fretta una volta aperto

Per quanto tempo una bottiglia di vino può restare aperta?

Il vino, nonostante non abbia una data di scadenza quando è chiuso, può deteriorarsi molto in fretta una volta aperto. Tuttavia esistono diversi modi per rallentare questo deterioramento, piccole accortezze che aiutano a preservare al meglio le caratteristiche organolettiche di un vino.

In questo articolo vi spiegheremo per quanto tempo una bottiglia di vino può retare aperta. Si tratta di una caratteristica che varia da vino a vino e che può essere influenzata da numerosi fattori.

Ma prima di scoprire quanto dura un vino una volta aperto, andiamo a vedere perché si innesca questo deterioramento.

Perché il vino deteriora una volta aperto

Una volta aperto, il vino va incontro a due tipi di deterioramento.

Il primo è legato ai batteri che metabolizzano gli zuccheri e l’alcol del vino trasformandoli in acido acetico. Questo è il motivo per cui, dopo qualche giorno, il vino aperto inizia a prendere un odore di aceto.

Il secondo fattore che influisce sul deterioramento del vino aperto è l’ossigeno. Infatti, proprio come un frutto, il vino tende ad ossidare a contatto con l’ossigeno. Questa ossidazione provoca una perdita delle caratteristiche olfattive del vino che vengono sostituite da odori meno appetibili.

Quanto dura una bottiglia di vino aperta

Una bottiglia di vino aperta può durare da 3 a 7 giorni, a seconda della tipologia e delle accortezze utilizzate. Vediamole una per volta.

Quanto dura una bottiglia di vino bianco aperta

Il vino bianco tende solitamente a conservarsi piuttosto bene per una durata che varia dai 3 ai 7 giorni. Questa differenza è dovuta prima di tutto al tipo di vino bianco in questione.

Infatti, i vini bianchi leggeri si ossidano più lentamente di vini corposi come lo Chardonnay. Ciò accade per via della diversa modalità di maturazione del vino che, nel caso dei vini corposi, avviene in botti di legno, più soggette al contatto con l’ossigeno.

Per conservare al meglio i vini bianchi aperti è consigliabile riporli in frigorifero o, ancora meglio, in una cantinetta vino a temperatura regolabile.

Inoltre, per una conservazione ancora più efficace consigliamo di chiudere la bottiglia con un tappo di sughero. Se si è rovinato durante l’apertura della bottiglia non disperate! Avvolgendo il tappo con della carta forno rafforzerai la sua tenuta ermetica.

Quanto dura una bottiglia di vino rosso aperta

Il vino rosso è di sua natura meno soggetto alla degradazione ossidativa. Questo è dovuto prima di tutto alla presenza di tannini e, in secondo luogo, per la sua acidità. Quindi, un vino più tannico come il Montepulciano sarà meno soggetto a degrado.

A parte questo, è consigliabile utilizzare tappi di sughero, anche diversi da quelli originali. Un fattore molto importante è poi la luce. Infatti, i vini rossi vanno assolutamente tenuti in un luogo fresco e buio

Con queste accortezze è possibile conservare una bottiglia di vino rosso aperta anche per 7 giorni.

Nonostante i vini rossi non vadano solitamente riposti in frigo, una volta aperti, soprattutto in estate, questa potrebbe rivelarsi una tecnica molto efficace. Ancora meglio sarebbe conservare il vino rosso in una cantinetta frigo per vino, dove potrete regolare la temperatura a vostro piacimento.

Quanto dura una bottiglia di spumante aperta

Un discorso a parte va fatto per i vini frizzanti e gli spumanti. La loro durata varia infatti da 1 a 3 giorni, per via della veloce perdita delle cosiddette “bollicine”. 

Per conservare al meglio gli spumanti vi consigliamo di utilizzare tappi appositi in metallo, che impediscono il contatto tra ossigeno e vino. Ancora meglio sarebbe scegliere tappi da sottovuoto, con i quali potrete aspirare l’aria presente all’interno della bottiglia.

Come riutilizzare il vino aperto

Nonostante tutte queste accortezze, a volte può capitare che il vino perda la sua fragranza e il suo sapore caratteristico. Prima di decidere di buttarlo via, valutate però di riciclarlo.

Uno dei metodi più comuni per riutilizzare il vino aperto è quello di includerlo in gustose ricette. Per darvi un’idea, il vino può essere un ingrediente ideale per la preparazione di un’ottima salsa al vino rosso, da utilizzare come accompagnamento per piatti di carne. 

Se siete amanti della cucina, ecco per voi una raccolta di ricette a base di vino avanzato.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium