/ Attualità

Attualità | 04 novembre 2022, 12:38

Le "case dei Re" diventano le tappe di un percorso formativo dell'Unesco: la partenza da Venaria

Appuntamento dalle ore 9.30 di martedì 8 novembre nella Cappella di Sant'Uberto della Reggia

reggia di venaria

Le "case dei Re" diventano le tappe di un percorso formativo dell'Unesco: la partenza da Venaria

Conoscere il valore dei beni artistici, monumentali e ambientali attraverso le Residenze Sabaude. Le "case dei Re" diventano le tappe del Percorso Formativo 2022/2023 che il Club per l'UNESCO di Torino presenterà ufficialmente martedì 8 novembre alla Reggia di Venaria.

L'appuntamento è per le 9:30 alla Cappella di Sant'Uberto per una mattinata scandita da momenti celebrativi di informazione e di approfondimento. Saranno le scuole le protagoniste, nel solco di un impegno educativo che il Club per l’UNESCO di Torino coltiva dalla fondazione con il coinvolgimento di migliaia e migliaia di studenti di ogni ordine e grado in iniziative sia in classe, sia direttamente sul campo di osservazione.

La scelta, in questa edizione, dei luoghi Reali italiani si inquadra nelle ricorrenze dei 25 anni di iscrizione delle Residenze stesse nella lista UNESCO dei Siti Patrimonio dell'Umanità e dei 15 anni dalla riapertura al pubblico della Reggia di Venaria, un bene visitato da tutto il mondo, ma che in passato rischiò addirittura di essere abbattuto per far posto a casermoni condominiali. Ed è significativo che proprio il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude si unisca nel Percorso che si intraprende e che conterà sulle competenze autorevoli della Cattedra UNESCO “New paradigms and instruments for the management of Bio-Cultural Landscape” di Torino e sulla rete della Federazione Italiana delle Associazioni e Club per l’UNESCO.

La Giornata Inaugurale sarà aperta e conclusa dalla Corórchestra del Piemonte e dallo Juvenilia Vox Ensemble con un repertorio dedicato. Ai saluti delle autorità, seguiranno le relazioni degli esperti che metteranno in luce i 50 anni di costante impegno dell’UNESCO, supportato dal mondo accademico e dalla società civile per la salvaguardia del Patrimonio culturale, in un’ottica di partecipazione e Sviluppo Sostenibile. Infine, la mattinata permetterà uno scambio di opinioni con i ragazzi che accederanno alla Reggia di Venaria e con chi vorrà inviare messaggi via social.

A margine dei lavori sarà possibile effettuare interviste. La formazione proseguirà con 4 incontri per insegnanti e studenti e faciliterà la nascita di progetti e azioni originali che le scuole presenteranno, sempre a Venaria, nel maggio 2023, durante la Giornata Conclusiva.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium