/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2022, 11:57

Una nuova biblioteca in via Viterbo con i fondi Pnrr. E riapre anche la Cesare Pavese

Stanziati 113 milioni di euro dall'Europa: tutti gli interventi saranno conclusi entro il 30 giugno 2026

biblioteca cesare pavese

Una nuova biblioteca in via Viterbo con i fondi Pnrr. E riapre anche la Cesare Pavese

Una nuova biblioteca in Madonna di Campagna: grazie ai fondi del Pnrr, il Comune di Torino realizzerà una nuova casa dei libri in via Viterbo 169, per un totale così di 20 sparse in Torino. La Città ha previsto interventi per 4 milioni di euro, che permetteranno di riconvertire un'ex palazzina industriale. La scelta di creare un nuovo polo culturale è caduta sulla Circoscrizione 5, dove attualmente è presente la Francesco Cognasso in corso Cincinnato 115 e altre piccole sedi decentrate. Da qui la necessità di avere una struttura più centrale. 

Taglio del nastro entro il 30 giugno 2026 

Come da cronoprogramma del Pnrr, l'aggiudicazione dei lavori per la biblioteca è prevista a luglio 2023. Entro il 30 settembre 2024 dovrà essere realizzato il 30% degli interventi, che dovrà essere tassativamente completato entro il 30 giugno 2026: tra tre anni e mezzo è previsto quindi il taglio del nastro in via Viterbo 169, dove sorgerà un vero e proprio centro civico. Ma non è l'unico cantiere che partirà da qui ad un anno. 

113 milioni per Torino

A fare il quadro il sindaco Stefano Lo Russo, intervenendo questa mattina in commissione. "Su 432 milioni di euro - ha spiegato - assegnati alla Città Metropolitana, 113 milioni di euro arrivano a Torino". A questi soldi si aggiungeranno altri 18 milioni di euro, che il Governo ha già messo a disposizione per fare fronte ai rincari dei materiali ed energia. 

36 progetti da nord e sud

"Ci sono - ha precisato Lo Russo - 36 progetti: si parte dalle biblioteche, ma è un piano di interventi che investe tutta la città, da nord a sud". Oltre ad interventi nelle "case dei libri", che vanno dal semplice rilascio di certificati a vere e proprie riqualificazioni, sono previsti lavori per l'abbattimento delle barriere architettoniche, di adeguamento sonoro dei semafori. "L'accessibilità - ha chiarito il primo cittadino - è una delle parole chiave di questo piano, insieme a inclusione e partecipazione". 

Riapre la Pavese di via Artom

"Come Comune abbiamo rispettato i tempi previsti dal Pnrr: è un record italiano, non tutte le città sono state in grado di farlo" ha concluso. Oltre a Madonna di Campagna, verrà risistemata e riaperta la civica Cesare Pavese di via Artom: la struttura di  Mirafiori è chiusa per problemi strutturali.

Previsto poi l'acquisto di un secondo bibliobus, che andrà a coprire in determinati giorni ed orari della settimana quelle zone dove il polo culturale è temporaneamente chiuso o assente, come ad esempio Lungo Dora Colletta dietro il cimitero Monumentale.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium