/ Politica

Politica | 18 marzo 2023, 12:30

A Torino nessun rincaro per tasse e biglietti dei bus, Lo Russo: "Finché teniamo, non aumentano" 

Il sindaco tira una stoccata ad Appendino sui supermercati in deroga: "Lei ne ha fatti 18, io zero" 

A Torino nessun rincaro per tasse e biglietti dei bus, Lo Russo: "Finché teniamo, non aumentano" 

A Torino nessun rincaro per tasse e biglietti dei bus, Lo Russo: "Finché teniamo, non aumentano" 

A Torino nessun rincaro dei biglietti di bus e tram, così come nessun aumento delle imposte comunali. A rassicurare i cittadini è il sindaco Stefano Lo Russo, a margine della presentazione in Sala Colonne del bilancio di previsione 2023-2025 alle categorie economiche e ai sindacati. Ma alla luce del caro-bollette, caro-mutui e inflazione, il primo cittadino mette le mani avanti: "Per il momento, finché teniamo, non aumentano le tasse e crescono gli stanziamenti". 

7 milioni in più per strade e buche 

In particolare ad avere il segno + davanti è il capitolo delle manutenzioni ordinarie. Se nel 2022 Palazzo Civico aveva previsto di spendere oltre 16 milioni e 700 mila euro per riparare le buche, tagliare l'erba e interventi di riqualificazione sulle scuole, nel 2023 sono previsti oltre 24 milioni di euro. Sette milioni e 300 mila euro in più per strade, alberi e cultura. Cifra analoga per il 2024.

I fondi Pnrr 

Nei prossimi anni Palazzo Civico farà moltissimi interventi grazie ai fondi del Pnrr, a partire da quelli su alcuni mercati, fino ad arrivare alle biblioteche e piscine. Accanto al cantiere principale sono previsti ad esempio lavori collaterali di abbattimento delle barriere architettoniche e asfaltatura. I fondi europei di fatto permettono di "liberare" una parte degli stanziamenti del bilancio e mettere così 7 milioni di euro in più sulle manutenzioni ordinarie. "Questi soldi bastano? No, - ha ammesso Lo Russo - non basteranno, ma comunque sono di più e volevamo dare un'inversione di tendenza".

"Appendino 18 supermercati, io zero" 

E durante la presentazione, il sindaco ha fatto anche un piccolo focus sui supermercati costruiti in deroga (legge 106/2011), tirando una stoccata all'ex prima cittadina Chiara Appendino. "Fassino ne ha fatti 4, - ha spiegato - l' amministrazione Appendino 18: la mia zero, neanche uno. Questo lo dico perché c'è una narrazione falsata".

Metro 2: la situazione

Il primo cittadino ha poi fatto il punto sulla linea 2 della metropolitana: “Entro fine aprile in Consiglio comunale dovrebbe passare la variante urbanistica, ci faremo trovare pronti per fare il bando di gara entro fine giugno”. Lo Russo, che di recente ha incontrato Matteo Salvini, ha inoltre fatto notare al ministro delle Infrastrutture che “con l’attuale codice appalti, la gara rischia di trovare difficoltà ad individuare contraenti per sviluppare un’opera così complessa”. Ecco perché il sindaco ha rinnovato l’esigenza di nominare un commissario ad hoc, come già accaduto per il ponte Morandi, al fine di risparmiare due anni di lavoro. Tema costi: al netto dei rincari, il delta tra primo e secondo lotto si è ridotto da 300 a 200 milioni di euro, ma non è ancora in pari.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium