/ Politica

Politica | 17 aprile 2023, 17:07

Ottomila posti, sostenibilità, precedenti e costi: ecco perché Milano-Cortina devono scegliere l'Oval. Parola di Cirio e Lo Russo

Il ceo della Fondazione Varnier presenterà le informazioni raccolte al CdA del Comitato Organizzatore. In corsa (e favorita) per ospitare le gare di pattinaggio di velocità, anche la sede di Rho Fiera. Domani la decisione definitiva. Lo Russo e Cirio: "La nostra è la soluzione migliore"

Ottomila posti, sostenibilità, precedenti e costi: ecco perché Milano-Cortina devono scegliere l'Oval. Parola di Cirio e Lo Russo

Ottomila posti a sedere, test di utilizzo già superati, costo zero per il Comitato organizzatore (gli interventi di ripristino, oltre 9,5 milioni di euro, sarebbero coperti da fondi europei e di privati già individuati dalla Regione Piemonte, che si farebbe carico di eventuali mancanze), sostenibilità e know how olimpico.

Oltre alle tempistiche favorevoli: soli 6 mesi per il ripristino dell'impianto ai livelli del 2006. Sono alcune delle caratteristiche dell'Oval Lingotto, il Palazzetto torinese in lizza per ospitare le gare di pattinaggio di velocità delle prossime Olimpiadi invernali del 2026.

Le ragioni di Torino esposte da Cirio e Lo Russo

A elencarle oggi, proprio nel corso dell'incontro sul dossier olimpico con il Ceo della Fondazione Milano-Cortina 2026, Andrea Varnier, sono stati il governatore del Piemonte Alberto Cirio e il sindaco di Torino Stefano Lo Russo.

Nonostante l'Oval abbia già ospitato la stessa disciplina già in occasione delle Olimpiadi 2006 e delle Universiadi 2007 (ma anche delle future Universiadi 2025), l'orientamento del Comitato organizzatore sembra però ormai quello di assegnare le gare di pattinaggio di velocità a Rho Fiera. Una decisione che non più tardi di una settimana fa sembrava quasi ratificata, ma poi l'intervento del ministro Salvini aveva fermato tutto, permettendo di prendere altro tempo e dando modo a Cirio e Lo Russo di presentare il dossier pro-Torino proprio nell'incontro avvenuto oggi.

"Oval soluzione migliore in termini di tempi e costi"

Alla Fondazione abbiamo presentato il dossier di candidatura dell’Oval di Torino per le gare di pattinaggio di velocità, un dossier che ha numeri, tempi e costi definiti, che verranno assorbiti dal sistema territoriale torinese, e siamo ottimisti che la valutazione sarà oggettiva”. Così ha dichiarato il sindaco Lo Russo. “Crediamo doveroso da parte nostra - ha aggiunto - mettere a disposizione il know how olimpico di Torino in un progetto su cui l’Italia non può permettersi di fare brutta figura, di non consegnare in tempo gli impianti, di non riuscire a rispettare i tempi previsti dal Cio. Per questo riteniamo che la certezza dell’opzione Torino, sia in termini di tempi sia di costi, sia una buona opzione per il comitato organizzatore”.

"L'auspicio è che prevalga il buon senso"

Il governatore Cirio auspica che per la scelta del palazzetto del ghiaccio per le prossime Olimpiadi invernali "possano prevalere l'Oval di Torino e il buon senso".

"Immaginare - ha affermato - che l'Oval, che è nato per ospitare le manifestazioni olimpiche del ghiaccio, possa essere meno performante di qualsiasi altra struttura che deve invece essere modificata per diventare un palazzetto professionale del ghiaccio, è qualcosa di poco sensato. Scegliendo l'Oval facciamo risparmiare i soldi dei cittadini, che oggi è la cosa più importante di tutte, e nel contempo garantiamo tempi e realizzazione assolutamente conformi agli standard delle federazioni, che vanno a giocarsi un titolo olimpico, non una gara qualunque".

Infine, Cirio ha aggiunto che, vista la delicatezza del momento economico generale, "in cui le famiglie fanno fatica ad arrivare alla fine del mese e presentiamo un'opera che fa risparmiare i soldi pubblici. Con molta serietà abbiamo messo sul tavolo queste valutazioni, e ci auguriamo che possa prevalere il buon senso". 

La decisione definitiva domani

Ora sarà Varnier a presentare le informazioni raccolte al Consiglio di Amministrazione del Comitato Organizzatore che si terrà nella giornata di domani, 18 aprile. Al termine, verrà annunciata la decisione definitiva tra Oval e Rho Fiera.

Daniele Angi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium