/ Politica

Politica | 27 maggio 2023, 07:02

Pianezza sceglie il sindaco: la sfida è tra Antonio Castello e Giovanni Minò. Zambaia: "Noi neutrali"

Domenica 28 e lunedì 29 maggio duello tra l'ex primo cittadino e il candidato di Pd e M5S. La candidata del centrodestra, arrivata terza al primo turno, annuncia: "Non appoggiamo nessuno dei candidati, i nostri elettori saranno liberi di scegliere"

Pianezza sceglie il sindaco: la sfida è tra Antonio Castello e Giovanni Minò. Zambaia: "Noi neutrali"

Lunedì pomeriggio anche Pianezza avrà un nuovo sindaco. Dopo che al primo turno tutto si è già risolto per Ivrea e Orbassano, domenica 28 e lunedì 29 maggio si va al ballottaggio nell'unica città del Torinese rimasta ancora da assegnare.

A Pianezza, per la prima volta al voto con il doppio turno, avendo superato la soglia dei 15mila abitanti, gli elettori dovranno scegliere tra Antonio Castello e Giovanni Minò: il vincitore prenderà il testimone da Roberto Signoriello, dimessosi nell'aprile 2022 sei mesi dopo la sua elezione.

Castello, 53 anni, medico, candidato del 'Patto Civico', una coalizione composta da cinque liste, sindaco uscente, ha ottenuto al primo turno il 47,55%. Minò, 48 anni, ingegnere, è arrivato al turno di ballottaggio grazie al 27,58%; è supportato da tre liste: la civica 'Pianezza Protagonista', Movimento 5 Stelle e Pd.

Al primo turno era arrivata terza, fermandosi al 24%, Sara Zambaia, candidata di Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e due liste civiche. Che adesso annuncia: "Nessun apparentamento, faremo opposizione".

"In due mesi, un tempo strettissimo", spiega Zambaia, "abbiamo ottenuto la fiducia di quasi duemila elettori che, evidentemente, non si ritrovavano nè in scelte del passato oggi tramutate in un 'Patto Civico', nè in un contesto di centrosinistra. Per poco, davvero poco, non siamo andati noi al ballottaggio. Ciò significa che questi elettori molto difficilmente potranno votare con leggerezza. Motivo per cui l’unica indicazione che posso dare è quella che votino secondo coscienza. Un voto libero, da colori o da personalismi, sceglieranno loro e solo loro perché ho davvero troppo rispetto per gli elettori per sfruttarli in questa fase. L’auspicio è che possano farlo recandosi alle urne con serenità, senza essere trascinati dalla giacca o presi sotto braccio dai candidati, come avvenuto beceramente quindici giorni fa. Da parte nostra non ci sarà alcuna indicazione di voto. I pianezzesi devono essere liberi di votare come meglio preferiranno".

 

Domenica si voterà dalle 7 alle 23, lunedì dalle 7 alle 15.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium