/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 31 maggio 2023, 07:10

Edicole, emorragia senza fine: chiude anche quella davanti al tribunale di Torino

In corso Monte Cucco altra serranda abbassata, segno inequivocabile di una difficoltà cronica affrontata da tutto il settore

edicola di fronte al tribunale

Edicole, emorragia senza fine: chiude anche quella davanti al tribunale di Torino

Ancora una serranda abbassata, ancora un'edicola chiusa. E’ un’emorragia senza fine quella vissuta dai chioschi, in particolari dediti alla vendita di giornali, a Torino.

Emorragia senza fine

Ha infatti recentemente chiuso i battenti anche l’edicola di fronte al tribunale, quella in cui avvocati e magistrati, ma anche dipendenti pubblici e torinesi, erano soliti comprare un quotidiano una rivista. Le serrande sono giù, il cartello che annuncia la vendita o la gerenza è affisso e viene letto in maniera distratta dai passanti.

Chiusure una dopo l'altra

Le edicole a Torino sono sempre meno. Poco distante, in corso Monte Cucco angolo corso Francia, proprio di fronte alla stazione della metropolitana Monte Grappa ha chiuso un altro chiosco, con un cartello di ringraziamento verso i clienti.

Un intero settore in crisi

Se si estende il ragionamento non solo alle edicole ma anche ai bar e ai fiorai, ai chioschi, emerge come il 35% dei concessionari sia moroso verso il Comune di Torino. Per quanto riguarda le edicole, su 120 concessioni ne risultano attive appena 79. 

Le idee per il rilancio non mancano, ma l’intervento deve essere repentino. Prima che il paziente muoia.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium