/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 07 luglio 2023, 17:07

Conad punta sui prodotti locali e la sostenibilità: arrivano "I nostri ori" di Piemonte e Valle d'Aosta [VIDEO]

Alla base il supporto all'economia locale, tutela delle filiere e sostenibilità grazie anche alla collaborazione con l'Università delle scienze gastronomiche di Pollenzo. In Piemonte 6 nuove aperture nel 2023

conad i nostri ori

Conad punta sui prodotti locali e la sostenibilità con "I nostri ori"

Conad punta su ambiente e sostenibilità, lanciando "I nostri ori", prodotti locali che saranno distribuiti in tutti i punti vendita regionali. Il consorzio nord-ovest della cooperativa di distribuzione, che riunisce i territori di Piemonte e Valle d'Aosta oltre che Emilia, Toscana, Lazio, Liguria e Sardegna, punta sui prodotti tipici di ogni regione per valorizzare il localismo.

Un supporto all'economia locale

Il marchio "I nostri ori" di Piemonte e Valle d'Aosta vuole mettere in evidenza la provenienza dei prodotti per una selezione che fornisce supporto all'economia locale, tutela le filiere e garantisce la sostenibilità. A supportare l'iniziativa era presente anche l'assessore al commercio del comune di Torino Paolo Chiavarino: "Conad fa un salto di qualità in linea con l'idea di commercio che ha la nostra amministrazione, puntando alla qualità e mettendo al centro le persone. Non può che farci piacere la valorizzazione del territorio con un taglio umano, parliamo di modelli sani quando mettono al centro l'uomo e il territorio".

Sei nuove aperture nel 2023

"Vogliamo continuare a crescere anche grazie a sei nuove aperture che completeremo nel corso del 2023 - ha dichiarato Giuseppe Fornasiero, Direttore di Conad Nord Ovest Piemonte e Valle D’Aosta - ma non solo crescere ma anche far crescere le economie del territorio, le economie locali e i suoi piccoli produttori: il nostro obiettivo è continuare a raccontare le eccellenze del territorio che parte e si sviluppa attraverso i nostri ori".

Per migliorare l'offerta, Conad Nord Ovest ha iniziato una collaborazione con l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. "Abbiamo il piacere di aver iniziato quest'anno questa collaborazione - ha commentato Massimo Masi, Direttore Freschissimi di Conad Nord Ovest - per fare un percorso insieme al territorio. In Piemonte abbiamo quasi 160 fornitori di ogni grandezza e reparto".

Valorizzare le eccellenze del territorio

"Non c'è più la dicotomia tra il piccolo commerciante e la grande distribuzione - ha spiegato Dimitri Buzio, Presidente di Legacoop Piemonte - entrambi danno occupazione e offrono un portafoglio di offerta più ampio possibile per la popolazione. La storia del Piemonte è fortemente radicata nel km 0, nello slow food, nella cultura dello sviluppo tipico e progetti come I Nostri Ori sono un'importante occasione per valorizzare i produttori locali e le loro eccellenze rispondendo alle esigenze dei consumatori che sempre di più ricercano la qualità al giusto prezzo".

In Piemonte e Valle d'Aosta Conad è presente con 72 punti vendita e oltre 2500 occupati, coinvolge 133 fornitori locali di prodotti alimentari per un fatturato di oltre 34 milioni di euro nel 2022.

Francesco Capuano

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium