/ I corsivi di Virginia

I corsivi di Virginia | 28 novembre 2023, 10:15

La Barbie della medicina estetica

Gli usi e contro usi della tossina botulinica

viso

Gli usi e contro usi della tossina botulinica

Dall’uscita del film “Barbie” imperversa sulla piattaforma social Tik Tok il ”Barbie Botox”, raggiungendo oltre 16 milioni di visualizzazioni e infiniti commenti su chi lo ha fatto. Questo nome, ultima ossessione che arriva da Tik Tok, indica il trattamento noto negli USA anche come Traptox, che la Beauty Creator americana Isabelle Lux ha reso virale, per ottenere il collo lungo ed esile della nostra eterna bambola Barbie.

In realtà la tossina botulinica ha numerose indicazioni in campo medico.

Ad esempio, viene utilizzata nel trattamento della cervicalgia, per i problemi di iperidrosi (sudorazione eccessiva), per lo strabismo, per incontinenza urinaria, per emicrania cronica e per altro.

Iniziamo a spiegare che botox è il nome commerciale della tossina botulinica e che ha avuto il suo grande boom nella medicina estetica per ridurre e attenuare le rughe di espressione. Riducendo le attività dei muscoli, come sulla fronte, tra le sopracciglia e intorno gli occhi, la tossina botulinica dona un aspetto riposato e luminoso a chi si sottopone a questo trattamento.

Può anche essere usato per correggere il sorriso gengivale e il bruxismo.

Il botox ha effetti temporanei che durano da 3 a 6 mesi, a seconda della zona trattata, della dose somministrata, dell’eccessiva attività fisica e così via.

Il botox è generalmente sicuro se eseguito da medici estetici e generali specializzati.

In medicina generale, ricordiamoci, viene usato per trattare malattie neurologiche che provocano spasmi muscolari involontari, il blefarospasmo, il dolore cronico, la cefalea tensiva e altre patologie, dando grande sollievo ai pazienti.

Tutto questo per dire che, intorno al botox, esistono tantissime informazioni errate, anche se capisco che è difficile per una persona muoversi in questo difficile trambusto di notizie esagerate.

Il “Barbie Botox”, il cui obiettivo è quello di far sembrare il collo più lungo e le spalle più sottili, accentuando così la delicatezza della persona, esiste già da tempo come procedura medica ed è stata perfezionata per rilassare il muscolo trapezio in pazienti nei quali lo stesso era irrigidito a causa di sforzi eccessivi e prolungati, causando forti dolori al collo e pesanti emicranie.

Chiediamo al Dott. Massimiliano Giuliano, medico estetico con studi a Torino e Milano, che ha una grande e storica conoscenza dell’uso della tossina botulinica in medicina estetica, ma anche in alcune patologie come iperidrosi e il gengival smile.

Dott. Massimiliano Giuliano qual’ è il meccanismo che si attiva nel famoso “Barbie Botox” tale da far sembrare il collo più lungo?

“La procedura medica esiste da molto tempo e si chiama Traptox, nata per rilassare il muscolo trapezio.

Il botox è una sostanza che viene iniettata nei muscoli per rilassarli e ridurne il volume. Il botox nel muscolo trapezio (Traptox) è una procedura che ha un effetto terapeutico per chi soffre di torcicollo, distonia cervicale o mal di testa causati da tensioni muscolari.

Nel campo della medicina estetica è una procedura che mira a snellire il collo e le spalle conferendo una silhouette più femminile e armoniosa.

Il punto più importante da sottolineare riguarda le competenze dello specialista che esegue i trattamenti di botox, anche del cosiddetto Barbie Botox: è un intervento medico ad opera esclusiva di uno specialista esperto con approfondite conoscenze di anatomia.”

Quanto dura un trattamento di tossina botulinica?

“Un trattamento di tossina botulinica può durare da 3 a 6 mesi a seconda del tipo di problema e del tipo di paziente.

Esistono ormai sul mercato 4-5 tossine botuliniche tutte autorizzate e la scelta di una tipologia piuttosto che un’altra è legata ad un’attenta anamnesi del paziente, alle esigenze dello stesso, all’età e al suo stile di vita, più sportivo o meno. La raccomandazione che faccio ai miei pazienti nell’immediato, se il campo trattato sono i muscoli del viso, è quello di sospendere l’attività sportiva per 3-4 giorni di non struccarsi o mettersi creme per almeno 12-20 ore e non prendere sole o fare la sauna, per prolungarne gli effetti. Chiaramente, sottolineo, che questa diffusione della procedura del Traptox attraverso i social, soprattutto fra le giovani, nel ricercare un aspetto più delicato e femminile, come per la bambola Barbie, è un modello di donna fuorviante. Occorre sempre valutare l’obiettivo della paziente, su cosa vuol raggiungere e guidarla, con la saggezza dell’esperienza, verso un ragionamento più aderente alla realtà e al proprio standard personale di unicità.”

E per rimediare a un sorriso eccessivamente “scoperto”?

“La tecnica che prende il nome Lip Flip tende a rimediare in modo efficace il cosiddetto sorriso gengivale. Le iniezioni di botulino agiscono sui muscoli dell’area interessata impedendo la contrazione, producendo un rilassamento generale del movimento della stessa, senza ritirarsi più quando si parla o si sorride. Poi abbiamo l’uso del botox sul contorno labbra per ridurre l’aspetto delle rughe d’espressione o le rughe da fumatore. In ultimo, applicato in alcuni punti particolari, danno una leggera spinta all’infuori e all’insù del labbro interessato, facendolo sembrare otticamente più luminoso.”

Qual’ è la sua considerazione finale?

“Le nuove generazioni non si guardano allo specchio, osservando le proprie particolarità. Oggi ci si specchia nei social e ci si fida, a prescindere dalla propria esigenza, di quello che si legge, senza parametrarlo alla propria persona, alla propria armonia e struttura. Negli ultimi anni, dai 30 ai 42, si sceglie il botox per prevenire l’invecchiamento, si fa ricorso ai fillers volumizzanti perché i social impongono quel modello di labbra e quel tipo di zigomi, senza riferirsi alla propria immagine. Il nostro compito di medici estetici e di chirurghi plastici è quello di spingerli verso la naturalezza e a una bellezza che sia personalizzata in funzione dell’età e delle sue caratteristiche fisiche.”

 

Scrivici a media@morenews.it indicando nell’oggetto “I Corsivi di Virginia” oppure seguici sulla Rubrica “I Corsivi di Virginiasu www.torinoggi.it, saremo felici di aprire un contatto diretto con te!

Virginia Sanchesi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium