/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 08 dicembre 2023, 07:00

Boom del mining con Riot Platforms, Phoenix Group e il cloud mining di Bitcoin Minetrix che raccoglie $5M

Riot rafforza la sua flotta con l'acquisizione di nuovi ASIC, mentre Phoenix Group fa il suo debutto ad Abu Dhabi. Anche Bitcoin Minetrix può rivoluzionare questo settore?

Boom del mining con Riot Platforms, Phoenix Group e il cloud mining di Bitcoin Minetrix che raccoglie $5M

La società di mining Riot Platforms ha recentemente annunciato un'espansione importante delle sue operazioni con l'acquisizione di 66.560 Whatsminer M66S di Microbt. Questa acquisizione rappresenta la più grande nella storia dell'azienda e mira ad aumentare la capacità di mining di Riot di 18 exahash al secondo (EH/s). L'investimento monumentale di 290,5 milioni di dollari è stato destinato all'acquisto di questi avanzati dispositivi di mining, che operano con un'efficienza di 18.5 joule per terahash (J/T).

Riot, che svolge le sue operazioni nel Texas ed è quotata al Nasdaq, ha dichiarato che questa acquisizione segna un passo importante per la sua espansione. La società ha anche garantito l'acquisto di ulteriori 75 EH/s di hardware da Microbt in futuro. La precedente acquisizione di 7,8 EH/s, avvenuta a giugno, dovrebbe essere implementata nel primo trimestre del 2024, mentre i nuovi 18 EH/s saranno operativi nella seconda metà del 2024.

Jason Les, CEO di Riot, ha espresso entusiasmo per la continua crescita dell'azienda, sottolineando la costruzione dell'infrastruttura presso la struttura di Corsicana e la stretta collaborazione con Microbt. Les ha dichiarato: "Riot è entusiasta di rafforzare ulteriormente la sua relazione con Microbt e di delineare la nostra roadmap per raggiungere e superare i 100 EH/s nei prossimi anni".

Riot ha anche ampliato il suo accordo con Microbt, garantendosi un'opzione per l'acquisto di ulteriori 265.000 modelli Whatsminer dalla società. L'utilizzo di questa opzione potrebbe far salire la capacità della flotta di Riot oltre i 100 EH/s. L'annuncio ha portato a un aumento del 9% delle azioni di Riot sul Nasdaq, registrando un notevole incremento del 294% nell'anno.

Phoenix Group fa il suo debutto in borsa ad Abu Dhabi con un valore di 2,47 miliardi di dollari

Il 5 dicembre, Phoenix Group, un importante società di mining di Bitcoin con sede in Medio Oriente, è diventata la prima azienda legata alle criptovalute a quotarsi sulla Borsa di Abu Dhabi (ADX). Inizialmente programmato per il 4 dicembre, il debutto in borsa è stato spostato di un giorno a causa dei giorni festivi. Nonostante il ritardo, le azioni di Phoenix hanno registrato un aumento del 50% rispetto al prezzo iniziale di 1,50 AED, raggiungendo picchi di 2,25 AED prima di stabilizzarsi a 2,03 AED.

Il forte debutto potrebbe essere attribuito all'interesse generato dall'IPO di novembre, che ha raccolto 370 milioni di dollari, superando di gran lunga le aspettative iniziali. La valutazione post-IPO di Phoenix è stimata a circa 2,47 miliardi di dollari. La società ha evidenziato iniziative strategiche, inclusa una joint venture con il governo di Abu Dhabi, e il suo impegno per la sostenibilità ambientale con la creazione della più grande factory di mining idroelettrica di Abu Dhabi.

Phoenix Group, fondata nel 2015, è un’importante società di mining di BTC in Medio Oriente, che si estende anche negli Stati Uniti, in Canada e in Europa. L'interesse crescente per il Bitcoin ha contribuito al successo dell'IPO di Phoenix, riflettendo il crescente interesse degli investitori istituzionali nel settore delle criptovalute.

Oltre all'entusiasmo per il Bitcoin, fattori come l'aumento dei prezzi del petrolio e le iniziative di privatizzazione governativa hanno stimolato l'attività di IPO nella regione. La posizione favorevole degli Emirati Arabi Uniti sul fronte normativo ha ulteriormente incentivato le aziende crypto a stabilire una presenza nella regione. A ottobre, International Tech Group ha acquisito una quota importante del 10% in Phoenix, contribuendo a consolidarne l'attrattiva sul mercato.

Per il mining di Bitcoin entra in scena Bitcoin Minetrix rivolgendosi ai piccoli investitori

Bitcoin Minetrix sta rivoluzionando il mondo del mining di Bitcoin, offrendo un'opportunità senza precedenti ai piccoli investitori. Grazie al suo innovativo modello Stake-to-Mine basato su Ethereum, la piattaforma consente agli utenti di guadagnare ricompense in BTC senza la necessità di acquistare hardware costoso. 

Questo approccio democratizza il settore del mining, rendendo più semplice l'accesso a chiunque desideri entrare in questa industria. Il protocollo di Bitcoin Minetrix distribuisce "crediti di mining" a coloro che fanno staking dei loro token BTCMTX, che possono essere convertiti in potenza di mining in cloud. 

Con rendimenti per lo staking superiori al 120%, la piattaforma ha già raccolto oltre 5 milioni di dollari durante la fase di pre-vendita, dimostrando un forte interesse da parte degli investitori. Bitcoin Minetrix si prepara ora a quotare i suoi token su importanti exchange centralizzati, aprendo la strada a un'esperienza di trading agevole per gli investitori speculativi.

VAI ALLA PREVENDITA DI BITCOIN MINETRIX

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium