/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 08 febbraio 2024, 07:00

Sviluppo App Android: Cosa sapere prima di iniziare

La vita moderna quotidiana ruota attorno ai dispositivi mobili

Sviluppo App Android: Cosa sapere prima di iniziare

La vita moderna quotidiana ruota attorno ai dispositivi mobili. Tutti noi, ogni giorno, utilizziamo smartphone e tablet per mandare messaggi, prenotare un volo o un hotel, acquistare prodotti, fare un bonifico, collegarci ai social o semplicemente rilassarci con un gioco...

Ecco perché le app sono strumenti in continua crescita ed evoluzione.

Il mercato delle app Android, in particolare, è in continua crescita, con milioni di app che si contendono l'attenzione degli utenti. Google Play Store è il mercato di riferimento per gli sviluppatori di app Android. A dimostrazione della potenza e della estrema versatilità offerta delle app Android.

Ecco una guida pratica sullo sviluppo di App Android. Scopriamo insieme tutto quel che serve sapere prima di iniziare.

Perché realizzare un'app Android?

Oggigiorno, i dispositivi mobile sono strumenti indispensabili per chi vuole promuovere i propri servizi o prodotti. Del resto, è stato stimato che ognuno di noi trascorre, mediamente, almeno un paio di ore al giorno sul telefonino o sul tablet. E tre quarti di tale tempo lo passiamo proprio sulle app.

Per questa tendenza sempre più dilagante, il mondo del business si sta dirottando verso lo sviluppo di app mobili. Attraverso le app, infatti, le aziende possono raggiungere il loro mercato di riferimento in maniera sempre più puntuale e fidelizzare i propri clienti.

Attualmente, i due grandi stores per lo sviluppo di app sono Android e iOS.

Tra i due, valutando l'ampiezza del bacino utenti, è Android a farla da padrona.

Lo sviluppo di applicazioni Android, infatti, offre enormi vantaggi sia dal punto di vista operativo che strategico.

Esaminiamo più nel dettaglio tutti i vantaggi che offre lo sviluppo di app Android.

•       Offre un sistema di accesso ai tuoi prodotti e servizi personalizzati direttamente dallo smartphone, senza bisogno di accedere al browser

•       Promuove un'azienda e ne rafforza la brand reputation

•       Fidelizza i clienti/utenti

•       È più flessibile rispetto a iOS, dando così la possibilità agli sviluppatori di poter innovare e sperimentare e innovare

•       Ha una installazione facile: un’applicazione Android è scaricabile da qualsiasi sito web, oltre che da Google Play Store

•       È open-source, pertanto permette la creazione di numerose variazioni di codice e possibilità di personalizzazione, così da implementare nuove funzionalità e poter adattare un’applicazione ai nuovi dispositivi

•       Si integra con una vasta varietà di siti web di social media, utili alle aziende per diffondere la propria immagine in maniera facile e veloce

•       Ha un alto livello di compatibilità: rispetto ai suoi concorrenti, funziona su più dispositivi

•       Ha un ciclo di sviluppo rapido: grazie a ciò le aziende possono godere di una forte riduzione del Time to Market (TTM)

•       Ha costi inferiori e un ROI elevato

•       È compatibile con più piattaforme grazie all'utilizzo di Java (o, in alternativa, Kotlin) come linguaggio di programmazione nativo

•       Flessibile e adattabile, è compatibile con le tecnologie emergenti

•       Offre una maggiore sicurezza grazie all'introduzione di varie caratteristiche di sicurezza aggiuntive e in-built che migliorano la protezione contro virus e malware

Come viene sviluppata un’app Android?

Lo sviluppo di un'app è un processo che trasforma un'idea in uno strumento di business di successo.

Lo sviluppo app Android è un processo che richiede vari passaggi. Ecco nel dettaglio tutti gli step.

•       Definizione dei requisiti tecnici

•       Progettazione dell’interfaccia grafica, personalizzata e user-friendly

•       Presentazione del prototipo al cliente

•       Sviluppo dell’app, elaborando software adatti a una funzionalità mobile e web

•       Verifica delle funzionalità dell’app con appositi test e attuazione degli interventi necessari per apportare eventuali correzioni

•       Distribuzione online

•       Supporto e manutenzione post sviluppo per controlli e periodici aggiornamenti dell’applicazione

Dal concetto al codice: Il processo di sviluppo di un’app Android

Come già spiegato, lo sviluppo di un'app è il processo per trasformare un'idea in uno strumento utile.

Riassumiamo qui di seguito le fasi che caratterizzano lo sviluppo di un'app Android.

1.      Ricerca e brainstorming. Per prima cosa ci si deve porre – dare le risposte - tutte le domande riguardanti il core business dell'app: qual è lo scopo dell'app, chi sono i principali utilizzatori... Occorre stabilire a priori se l'app sarà a pagamento oppure free. E ancora, sempre in questa fase, è fondamentale fare un'analisi dei competitor e delle loro app

2.      Preparazione del “tavolo da lavoro”. Identificare quindi i vari tipi di risorse: economiche, grafiche, di costi, etc...

3.      Valutazione della Fattibilità Tecnica. Prima di procedere con lo sviluppo vero e e proprio, sulla base dei dati raccolti fino a questo momento, è importante capire se le risorse identificate sono effettivamente disponibili e se quindi il progetto è realisticamente attuabile

4.      Design e Prototipazione

5.      Realizzazione, ovvero lo sviluppo effettivo dell'app

6.      Test dell'App, di fondamentale importanza per capire se il lavoro fatto fino a quel momento è al punto giusto. Inizialmente si comincia facendo dei test interni; dopodiché si passa a test a gruppi di utenti selezionati

7.      Lancio dell'App: comincia la vita vera e propria dell'app.

Quanto costa realizzare un'app per Android?

Il costo per la creazione di un'app Android, o di un'app in generale, è assai variabile. I fattori che influiscono sul costo finale del prodotto sono infatti vari.
Lo sviluppo di un'app può costare alcune migliaia di euro fino ad arrivare anche a 300.000 euro e anche più.

Ecco alcuni esempi per dare un'idea indicativa.

•                   20.000 euro, per un'App semplice priva di backend

•                   50.000 euro, per Progressive Web App Android/iOS con backend, notifiche email e priva di registrazione

•                   200.000 euro, per Progressive Web App Android/ iOS con backend, notifiche email, registrazione e funzionalità di acquisto prodotti;

Oltre ai costi di sviluppo, vanno inoltre tenuti in considerazione i canoni di hosting cloud e i costi di rilascio.

Passiamo ora ad esaminare i vari fattori che incidono sul costo dello sviluppo di un'app.

•       Tipologia di app: app di gioco, vendita, salute, e-commerce, etc... In base alle loro finalità, alcune app funzionano in maniera molto semplice, altre invece richiedono funzionamenti molto più complessi

•       Numero di funzionalità

•       Linguaggio di programmazione

•       Infrastruttura backend, ovvero il sistema operativo che serve a scambiare dati tra l’app e il database

•       Amministrazione dell’app, per gestire l’app e l’attività degli utenti. Il pannello viene creato sulla base delle esigenze del cliente

•       Realizzazione di una interfaccia potenziata per il tablet

•       Numero di pagine dell’app

•       Design e interfacce che possono essere basic o personalizzati

•       Opzione multilingua

•       Funzionamento solo online o anche offline

•       Strumenti di interazione con gli utenti

•       Geolocalizzazione

•       Utilizzo della fotocamera per scattare foto o registrare brevi video e possibilità di archiviare tali dati in una infrastruttura Cloud

•       Notifiche Push, ovvero il suono o la vibrazione che avvertiamo al ricevimento di un messaggio WhatsApp, una mail o una notifica proveniente da Facebook

•       Eventuale pubblicizzazione dell’app

•       ASO (App Store Optimization): il processo costiutio da una serie di attività, volte a migliorare la visibilità di una applicazione su un app store

Come già accennato, nei costi per lo sviluppo di un'app vanno considerati anche i costi per il suo mantenimento. Come ad esempio, i costi per:

•                   la gestione del servizio di hosting e server

•                   l'assistenza

•                   i certificati per le notifiche

•                   l’aggiornamento dei sistemi operativi

•                   la correzione dei bug

•                   lo sviluppo e l'implementazione di nuove funzionalità

In generale, il costo medio per il mantenimento di un’app corrisponde a circa il 20% del costo per lo sviluppo iniziale.

Approcci efficaci per la distribuzione e la monetizzazione di un app Android

Il fine delle app è la monetizzazione. Esistono varie strategie di monetizzazione delle app. Poiché, quotidianamente, vengono rilasciate migliaia di app, la bravura e l'abilità degli sviluppatori deve stare, oltre che nel creare app di alta qualità, anche nell'ideare strategie di monetizzazione utili per guadagnare e tali da distinguersi dalla massa.
La piattaforma Android offre una ricca scelta di opportunità per la monetizzazione delle app.
Vediamo insieme alcune strategie di monetizzazione utili per trasformare le app Android in attività redditizie.

•       Applicazioni Freemium: strategia molto popolare e diffusa che mixa funzionalità gratuite e a pagamento. In genere, le versioni gratuite consistono nel cosiddetto “periodo di prova gratuito”

•       App Premium che prevedono il download dell’app a pagamento. Questa strategia funziona e ha successo se l'app è in grado di soddisfare appieno una specifica nicchia di mercato, se è la soluzione ideale per la risoluzione di una particolare e specifica esigenza

•       Acquisti in-app: offrire agli utenti la possibilità di acquistare materiali di consumo, servizi, beni non di consumo e abbonamenti. In ogni caso, gli acquisti in-app devono offrire una proposta di valore, garantire la sicurezza durante il processo di transazione e impostare i prezzi in maniera appropriata

•       Modelli di abbonamento: di solito cominciano con una versione gratuita per attirare utenti e poi, nel momento in cui gli utenti sono effettivamente interessati e capiscono il valore dell'app, vengono offerti loro vari livelli di funzionalità, approfondimento e personalizzazione. È importante offrire varie formule di abbonamento (es. mensili, trimestrali, annuali, etc..)

•       Pubblicità: strategia di monetizzazione fondamentale e collaudato che sfrutta la base utenti dell'app come canale per visualizzare contenuti promozionali di terze parti. Tuttavia, è importante saper bilanciare gli obiettivi di monetizzazione con l'esperienza dell'utente, integrando quindi gli annunci in maniera tale da non ostacolare in maniera eccessivamente invadente l'esperienza dell'utente. Per la pubblicità, è possibile scegliere tra vari tipologie di formati di annunci: annunci video, banner pubblicitari, annunci native o interstiziali

•       Contenuti sponsorizzati: si basano sulla collaborazione con marchi o aziende che condividono un target demografico con la tua app, per mostrare i loro servizi e/o prodotti. I contenuti sponsorizzati vengono progettati per essere inseriti in maniera organica, aggiungendo valore all'interazione dell'utente con l'app

•       Vendita di beni o servizi correlati al tema o ai contenuti della tua app

•       Offerta di servizi o contenuti esclusivi attraverso acquisti o abbonamenti in-app

•       Ideare strategie di mail-marketing, dopo aver creato liste di email, cosa piuttosto facile da ottenere in quanto, spesso, le app richiedono l'iscrizione o la creazione di un account (operazioni per le quali viene sempre richiesto l'inserimento di un indirizzo di posta elettronica)

•       Marketing via SMS: modalità facile ed efficace per inviare avvisi, aggiornamenti e promemoria

Come s'è visto, le possibilità per monetizzare con un'app Android sono davvero numerose e delle più varie. Per scegliere la strategia di monetizzazione più adatta per la propria app, è fondamentale avere ben chiaro qual è il fine della propria app e qual è il proprio target di riferimento.

Per individuare una strategia di monetizzazione vincente, occorre quindi:

•       identificare lo scopo della propria app e il suo valore unico

•       fare una analisi degli utenti, cercando di capire quali sono i loro bisogni, desideri e comportamenti

•       analizzare le app simili dei competitor e capire quali sono i loro punti di forza

•       considerare le recensioni degli utenti

Infine, sarà utile sapere che molte app di successo utilizzano strategie di monetizzazione ibride, ovvero, non si limitano ad un solo metodo di monetizzazione.

Sviluppo App Android: L'agenzia che trasforma le tue idee in realtà

Per essere davvero utile ed efficace, la tua app Android dovrà riflettere le caratteristiche della tua azienda, a partire dal logo e dall'impostazione grafica fino ai servizi o ai prodotti interni.

Tutto ciò richiede una progettazione molto attenta e curata, realizzata da un team di sviluppatori specializzati nella tecnologia Android.

L'agenzia Unidevs realizza e personalizza App Android su misura, utili per aiutarti a far crescere il tuo business.

Se hai bisogno di realizzare un’app Android che contribuisca al successo della tua attività, è essenziale rivolgerti a degli specialisti del settore come la nostra web agency.

Unidevs dispone di un team di sviluppatori Android che vanta un’esperienza decennale nella creazione di app Android.

Grazie alla nostra competenza e alla nostra esperienza, potremo personalizzare ogni aspetto della tua app rendendola unica, efficiente e soprattutto uno strumento per far crescere il tuo business.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium