/ Attualità

Attualità | 08 maggio 2024, 10:50

Videosorveglianza nei negozi in cambio di sgravi fiscali Imu: “A che punto siamo?”

Se lo chiedono i consiglieri della Circoscizione 5 di Fratelli d’Italia rispetto all’accordo di sicurezza della Città di Torino: “Troppi furti in Borgo Vittoria e Madonna di Campagna"

Vandali in azione in Borgo Vittoria. Si torna a parlare di videosorveglianza in cambio di sgravi fiscali

Vandali in azione in Borgo Vittoria. Si torna a parlare di videosorveglianza in cambio di sgravi fiscali

Troppi furti in Borgo Vittoria e Madonna di Campagna. Centinaia di auto prese di mira per incassi, spesso, di pochi spiccioli, ma che causano danni alle vetture dei proprietari a volte di migliaia di euro. Non solo: si moltiplicano in questa zona della città anche gli episodi di spaccate alle vetrine dei negozi così come crescono le rapine a numerose attività commerciali presenti. 

Una piaga della 5

Una piaga che sta prendendo sempre più piede negli ultimi mesi e che ha portato nei giorni scorsi alla presentazione di una interpellanza al comune di Torino da parte del gruppo di Fratelli D’Italia della Circoscrizione 5 che chiede lumi sull’accordo per la Sicurezza integrata e lo Sviluppo della Città di Torino, sottoscritto nel 2019 dal presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, dall'allora sindaca Chiara Appendino e dalla Prefettura. Documento a cui hanno aderito tutte le otto circoscrizioni e molte rappresentanze del tessuto economico e sociale torinese.

L’iniziativa di FdI

L’interpellanza è stata presentata da Alfredo Ballatore con Carmela Ventra.

Cosa prevede l’accordo di sicurezza

“L’accordo per la sicurezza della Città di Torino - spiegano nel documento i consiglieri - offre la possibilità di attivare misure di detrazione in favore di privati ed associazioni di categoria perché attivino sistemi di videosorveglianza e software collegati con forze dell’ordine e vigilanza convenzionata al fine di aiutare nelle indagini gli operatori di polizia ad individuare gli autori di chi commette questi reati”.

Sgravi su Imu 

“Il comune di Torino si era impegnato ad introdurre in favore dei soggetti che avrebbero attivato questi strumenti un sgravio sull’imposta Imu o Tasi (abolita nel 2020 ndr) - continua la nota dei consiglieri della 5 di Fdi - Vorremo sapere se l’amministrazione ha avviato una interlocuzione con le associazioni di categoria per informare di questa iniziativa e se è in possesso dei dati che indichino quante attività della Circoscrizione hanno aderito.” 

La scadenza ad agosto

"Vista l’imminente scadenza (agosto 2024, ndr) - si legge in chiusura dell’interpellanza - chiediamo al comune di rendere più capillare l’informazione alle attività private e alle associazioni di categoria”.

Un anno fa l'interpellanza in Sala Rossa

Il tema era stato già affrontato in Sala Rossa nel febbraio del 2023 su interpellanza del capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio Andrea Russi. L'assessora al bilancio Gabriella Nardelli aveva risposto in quell'occasione come all'accordo non fosse poi seguita una modifica al regolamento necessaria per attuare l'iniziativa.

"Detrazione non prevista nel bilancio 23-25"

Nell'occasione aveva poi spiegato come alla misura si sarebbe dovuto provvedere a disciplinare la modalità applicativa della detrazione, definire requisiti tecnici dei progetti approvati tramite una commissione oltre a stabilire le modalità di controllo. Nardelli aveva sollevato poi il tema della copertura finanziaria: l'accordo era stato stipulato in epoca precedente a incremento inflattivo. L'aumento dei costi, aveva spiegato l'assesore nel febbraio del 2023, ha fatto sì di non prevedere che questa detrazione rientrasse nel bilancio 2023-2025.

Daniele Caponnetto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium