/ Eventi

Eventi | 19 maggio 2024, 10:10

“Giornata del Perdono”, martedì Rosanna Tabasso ospite dell’Università del Dialogo

Appuntamento il 21 maggio alle 18.45 all'Arsenale del Pace

Appuntamento il 21 maggio alle 18.45 all'Arsenale del Pace

Appuntamento il 21 maggio alle 18.45 all'Arsenale del Pace

La fraternità umana come chiave di perdono e riconciliazione nei rapporti interpersonali e nella società. È il messaggio della “Giornata del Perdono” promossa ogni anno dal Sermig di Torino. Un’occasione di riflessione proposta per la prima volta nel 2015 con la visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’Arsenale della Pace.

Quest’anno il confronto ruoterà intorno al tema della fraternità e vedrà la partecipazione martedì 21 maggio di Rosanna Tabasso, dal 2020 presidente e responsabile del Sermig.

La giornata prevede due momenti: il primo alle 18,45 con un incontro dell’Università del Dialogo sul tema “Le radici della fraternità”. Il secondo alle 21 con un momento di preghiera e restituzione nella chiesa Maria Madre dei Giovani dell’Arsenale della Pace. Durante l’incontro sarà fatta risuonare la Campana del Perdono, donata al Sermig dalla diocesi dell’Aquila dopo il terremoto del 2009.


Rosanna Tabasso entra nel Sermig a 14 anni. Nel 1983, a 26 anni è in prima linea nella trasformazione dell’Arsenale militare di Torino in Arsenale della Pace, insieme ad Ernesto Olivero, la moglie Maria, alle coppie di sposi e ai giovani che all’epoca formavano il Sermig. All’interno dell’Arsenale della Pace, Rosanna ha iniziato ad occuparsi dell’accoglienza dei più poveri, soprattutto donne italiane e straniere vittime di violenza, mamme con bambini e persone malate, avviando sia le prime accoglienze di emergenza che le accoglienze residenziali. Si è occupata del mondo del carcere, seguendo da vicino la realtà dei detenuti e il loro percorso di reinserimento. Così l’impegno nella formazione dei giovani, fin dai tempi della trasformazione dell’Arsenale. Dalla sua scelta di consacrazione, il gruppo iniziale è diventato presto Fraternità della Speranza, una realtà che oggi riunisce uomini e donne di ogni stato di vita.

L’Università del Dialogo è lo spazio di formazione permanente promosso dal Sermig, la realtà di pace e solidarietà nata nel 1964 da un’intuizione di Ernesto Olivero e sua moglie Maria. Obiettivo: riflettere sui problemi del nostro tempo in una prospettiva di speranza. Inaugurata in Vaticano il 31 gennaio del 2004 da papa Giovanni Paolo II, negli ultimi anni l’Università del Dialogo ha accolto testimoni di ogni orientamento, della cultura e dei media, dell’economia e della politica, della solidarietà e dell’arte. Adulti con responsabilità particolari disposti a confrontarsi con i giovani, realizzando anche in campo culturale quell’incontro tra generazioni che il Sermig considera indispensabile per cambiare il mondo.

La sessione 2023-2024 sul tema “Mai più soli” ha visto la partecipazione di Christian Carlassare, arcivescovo di Rumbek (Sud Sudan); Antonio Costa, già ex vicesegretario generale delle Nazioni Unite; Daniele Mencarelli, poeta e scrittore; Francesca Fialdini, conduttrice televisiva; Paolo Benanti, membro del consiglio Onu sull’Intelligenza Artificiale; Marco Landi, già direttore generale della Apple; Stefano Zamagni, economista; Maurizio Ambrosini, sociologo delle migrazioni e Vito Fiorino, testimone del naufragio di Lampedusa del 2013

L’incontro è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti e sarà trasmesso anche in streaming sulle pagine Youtube e Facebook del Sermig e sul sito: www.sermig.org/diretta

Per info: segreteria Sermig – 011.4368566 – sermig.org - sermig@sermig.org

 

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium