/ Cronaca

Cronaca | 22 giugno 2024, 16:02

Università occupate dagli studenti Pro Palestina, informativa della Digos ai pm torinesi

Ancora da quantificare i danni arrecati in queste settimane

Università occupate dai Pro Palestina, informativa della Digos ai pm torinesi

Università occupate dai Pro Palestina, informativa della Digos ai pm torinesi

Dopo oltre un mese, nei giorni scorsi si è conclusa l'occupazione di Palazzo Nuovo, ma la vicenda legata alla cosiddetta Intifada studentesca è ben lungi dall'essersi chiusa. Una informativa alla procura è stata trasmessa dalla Digos in merito alle occupazioni Pro Palestina nelle università torinesi.

I reati che vengono contestati

I possibili reati contestati - come riferisce l'agenzia di stampa Ansa - sono occupazione di edifici e interruzione di pubblico servizio. Una degli aspetti che sarà necessario esaminare riguarda l'entità dei danni causati da imbrattamenti e atti vandalici.

Lo Russo duro sul vandalismo

Ieri anche il sindaco di Torino Stefano Lo Russo era stato molto duro sui danni arrecati alle strutture a seguito delle occupazioni e delle manifestazioni, con riferimento particolare alla vandalizzazione dell'ingresso del Rettorato e ai muri imbrattati in via Po: "Certi comportamenti non hanno giustificazione e non c'entrano niente con le legittime istanze della protesta democratica".

"Mi dispiace che noi come Comune - ha sottolineato il primo cittadino - dobbiamo intervenire usando soldi pubblici, che dovremmo destinare ad altro come ad esempio emergenze sociali e persone in difficoltà, per riparare danni vandalici".

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium