/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Affittasi estate mare appartamento da 10 posti letto idoneo per più famiglie a prezzo conveniente a Rossano con posto...

Last Minute! Fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas...

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 06 giugno 2017, 13:37

Progetto Parole e Segni di Prevenzione

Per la lotta all'HIV/AIDS

La Lila Piemonte onlus in 25 anni e più di lavoro nel campo della prevenzione e dell’informazione sull’HIV/AIDS ha constatato quanto sia importante continuare a credere e a investire risorse nel promuovere e difendere il diritto alla salute.

Noi ci impegniamo per affermare principi e relazioni di solidarietà, lottare contro ogni forma di violazione dei diritti umani, civili e di cittadinanza delle persone sieropositive o malate di AIDS, anche costruendo servizi di integrazione umana e sociale. Collaboriamo con altre associazioni non governative italiane ed europee e con le principali istituzioni nazionali e locali dedicandoci a progetti di informazione e prevenzione.

Sul territorio dagli anni 1994 facciamo parte della Consulta Provinciale AIDS  dal 2001 in rete con le altre istituzioni pubbliche e con le altre associazioni di volontariato attive sul territorio.

La LILA, fin dalla sua nascita, ha scelto di non richiedere né ricevere contributi dalle aziende farmaceutiche al fine di avere un’alta indipendenza ideologica orientata all’effettivo “benessere” delle persone.

Le attività svolte dall’associazione spaziano dall’informazione e prevenzione attraverso stand informativi nei luoghi di aggregazione, alla formazione nelle scuole con il coinvolgimento degli insegnanti attraverso il “Progetto Scuole”, fino alla creazione di eventi ad hoc. 

Inoltre il servizio di counselling telefonico risponde da più di 20 anni alle richieste di informazioni sull’HIV/AIDS, guida ai servizi e sostegno psicologico, offrendo, nel caso vi fosse richiesta, un servizio di consulenza legale, nell’ottica della difesa dei diritti e superamento della discriminazione.

Oggi nel panorama delle infezione da HIV/AIDS le persone più a rischio sono gli “eterosessuali” che non fanno uso di droghe, ma che attuano comportamenti sessuali a rischio, ossia senza utilizzare il preservativo.

A fronte di quanto descritto siamo stati contattati dall’ Istituto dei Sordi di Torino che ci ha portato la loro problematica nell’accedere alle informazioni di prevenzione per le persone sorde sulla tematica HIV/AIDS, si è pensato quindi di formulare un progetto per la creazione di materiale informativo su HIV/AIDS accessibile per la popolazione sorda. Le persone Sorde hanno infatti notoriamente un accesso non completo alla lingua italiana, sia scritta sia orale, poichè conoscono un vocabolario ridotto e spesso rigido fraintendono molti significati sintattici. 

Per raggiungere l’obiettivo di una migliore comprensione dei contenuti di prevenzione si è pensato quindi di produrre dei filmati pubblicati su YouTube (e anche pubblicare  un DVD istituzionale con codice ISBN) in Lingua dei Segni Italiana, in cui veicolare i principali messaggi su HIV/AIDS. Questi filmati saranno multimediali e universalmente accessibili: filmato in Lingua dei Segni Italiana, sottotitolazione con sintassi semplificata e lessico ad alta frequenza di uso e pertanto più probabilmente conosciuto, lettura a voce del contenuto scritto. In questo modo non solo si potranno raggiungere tutte le categorie di sordi (sia quelli che prediligono l’uso della Lingua dei Segni, sia quelli che sono stati riabilitati oralmente e usano protesi e ausili), ma anche altre fragilità comunicative e linguistiche, come i non vedenti e i dislessici (che potranno accedere ascoltando l’audio), ma anche gli stranieri e le persone a rischio di analfabetismo di ritorno, che si avvantaggeranno di un testo più leggibile. 

Attraverso la produzione di questo materiale si vuole far crescere la consapevolezza nelle persone sorde (ma come visto, non solo) in modo di dare loro degli strumenti per sapere come tutelarsi, come comportarsi nella propria sfera sessuale senza correre rischi di contagio. È noto infatti dalla letteratura scientifica internazionale che la popolazione sorda presenta una incidenza percentuale di infetti da HIV/AIDS maggiore che la popolazione udente, a causa del più difficile accesso alle informazioni su come prevenire il contagio.

Una volta realizzato il progetto verrà divulgato attraverso un ciclo di  incontri nei luoghi di aggregazione giovanili dei sordi e con la presenza di un interprete: l’Istituto stesso, l’Ente Nazionale Sordi, alcuni servizi dedicati; in tali serate d’informazione e prevenzione la LILA inoltre proporrà i Test rapidi salivari ai partecipanti che intendono verificare il loro stato di salute.

Vi chiediamo quindi di aiutarci nel diffondere il più possibile questo progetto che si trova sulla piattaforma di Eppela (https://www.eppela.com/it/projects/12902-parole-e-segni-di-prevenzione), una piattaforma di crowdfunding, in alternativa si può effettuare una donazione direttamente all’associazione al Conto corrente bancario UNICREDIT BANCA

IBAN: IT 69 I 02008 01046 000001921349 intestato a LILA Piemonte ONLUS C.so Regina Margherita 190/e 10152 Torino".

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore