/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 12 febbraio 2018, 14:09

Castello di Mirandolo, ultima replica per il concerto “Metamorphosis”

Il 25 febbraio, alle 21.15, presso le sale espositive del palazzo

Castello di Mirandolo, ultima replica per il concerto “Metamorphosis”

In occasione dell’ultima giornata di apertura della mostra dedicata a Fausto Melotti, al Castello di Miradolo, il 25 febbraio, alle 21.15, la Fondazione Cosso e il progetto musicale “Avant-dernière pensée”, presenteranno l’ultima replica del Concerto “Metamorphosis da Buster Keaton a Philipp Glass” che avrà luogo nelle sale espositive.

La performance, che si sviluppa attorno alle opere esposte e si plasma sugli spazi dell’antica dimora, verrà replicata un’ultima volta, a grande richiesta dopo il tutto esaurito del mese di dicembre. Uno spettacolo unico, che si lega al tema del tempo e della sua percezione, attraverso la relazione tra le due forme espressive che costruiscono il loro linguaggio sul tempo stesso, la musica e il cinema. È prevista una guida all’ascolto a cura di Roberto Galimberti, alle ore 20.

La mostra “Fausto Melotti. Quando la musica diventa scultura” chiuderà domenica 25 febbraio, dopo una proroga di 15 giorni, significativamente proposta al pubblico in seguito alle numerose manifestazioni di apprezzamento riscontrate da parte dei visitatori e soprattutto delle famiglie che hanno attraversato le sale del Castello di Miradolo, tra le meravigliose sculture, i disegni e le ceramiche.

La mostra ha rappresentato un’ottima occasione per promuovere l’arte e la musica presso i giovani, a cominciare dalla Giornata delle famiglie, voluta dalla Fondazione Cosso per domenica 4 febbraio, che ha portato al Castello di Miradolo oltre 500 persone e circa 150 famiglie con bambini, che hanno visitato gratuitamente la mostra. Le famiglie si sono confrontate con le opere esposte e con il racconto sviluppato appositamente per loro nelle sale grazie all’allestimento didattico “Da un metro in giù” e al libretto didattico “Il Gioco dell’arte”.

Numerose classi delle Scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria sono arrivate al Castello di Miradolo dal mese di novembre per svolgere i laboratori didattici proposti dalla sezione didattica della Fondazione Cosso. Tante le attività sviluppate con gli studenti di tutte le età, dalla realizzazione manuale di opere collettive per i più piccoli, ai giochi sul linguaggio e la narrazione per i più grandi; particolare successo hanno avuto i laboratori dedicati alla costruzione di una breve narrazione per immagini o video, con tablet messi a disposizione dalla Fondazione Cosso. Al termine di ogni laboratorio i video prodotti sono stati esposti in un totem multimediale all’interno del Castello, in un racconto sempre rinnovato delle visioni dei partecipanti.

Nel mese di gennaio oltre 500 studenti, tra i 14 e i 18 anni, hanno visitato la mostra e assistito alle matinée loro riservate del Concerto “Metamorphosis”, nell’ambito del “Progetto Ulisse”, progetto didattico proposto dalla Fondazione Cosso e da “Avant-dernière pensée” per l’anno scolastico 2017/2018. Si tratta di 19 classi di 4 Istituti di formazione superiore della Città di Pinerolo: i Licei G. F. Porporato, M. Curie, M. Buniva e l’Istituto di Istruzione A. Porro, a indirizzo tecnico-commerciale e turistico. Gli studenti, per i quali la partecipazione al “Progetto Ulisse” rappresenta anche un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro, sono stati guidati da un gruppo di professionisti dell’arte alla scoperta dei principali aspetti legati all’ideazione e all’allestimento della mostra e della performance “Metamorphosis”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium