/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | martedì 16 ottobre 2018, 11:47

A Torino per la prima volta il tango queer: in pista coppie dello stesso sesso (FOTO)

Promosso da Arci Torino ed ideato dalle insegnanti professioniste Elena Garis e Carolina Gomez, verrà realizzato con i Circoli Maurice e L'Arteficio in via Bligny 18. La lezione di prova, aperta a tutti, si svolgerà venerdì 9 novembre alle 20

A Torino per la prima volta il tango queer: in pista coppie dello stesso sesso (FOTO)

Il tango non è solo un ballo, è anche un codice: nella sua versione tradizionale l'uomo guida e la donna segue. Ma cosa succede se i ruoli vengono ribaltati? O ancora se a ballare sono due donne o due uomini? È il tango queer, che per la prima volta arriva a Torino.

Promosso da Arci Torino ed ideato dalle insegnanti professioniste Elena Garis e Carolina Gomez, verrà realizzato con i Circoli Maurice e L'Arteficio in via Bligny 18. La lezione di prova, aperta a tutti, si svolgerà venerdì 9 novembre alle 20. Il corso di tango queer partirà poi il 16 novembre: il ritrovo sarà ogni venerdì, sempre alle 20.

"L'iniziativa - ha spiegato il presidente di Arci Torino Andrea Polacchi - incarna lo slogan presente sulla nostra tessera "Più cultura, meno paura." "Questo tema e questa forma - ha aggiunto - non sono di moda in questo momento in Italia: viviamo in un paese dove un ministro dice che i gay vogliono dominarci e controllare il popolo".

"Oggi più che mai - ha proseguito Polacchi - è opportuno investire in questo tipo di iniziative: in un periodo in cui crescono gli attacchi omofobici, sottolineare la differenza è fondamentale".

"Ogni persona - ha evidenziato l'assessore comunale alle pari opportunità Marco Giusta - dovrebbe poter vivere pienamente e naturalmente la propria vocazione, anche nella danza".

"La bellezza del Tango e questa proposta potranno dare una possibilità in più anche a chi ha ancora difficoltà a riconoscere ruoli di genere altri", conclude Giusta. 

In riferimento ai manifesti di Provita e Generazione Famiglia apparsi ieri a Torino, che ritraggono due padri con un bimbo in un carrello della spesa accompagnati dalla frase "Due uomini non fanno una madre", Polacchi li ha definiti "inaccettabili".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore