/ Cronaca

Cronaca | 23 ottobre 2018, 07:00

Comincia oggi a Torino il processo per i fatti di piazza San Carlo

L'udienza preliminare in programma stamattina nell'aula bunker delle Vallette: la sindaca Appendino e l'ex questore Sanna tra gli imputati

Comincia oggi a Torino il processo per i fatti di piazza San Carlo

A sedici mesi e mezzo di distanza dai fatti, comincia stamattina, nell'aula bunker delle Vallette, il processo per gli incidenti avvenuti in piazza San Carlo.

E' in programma l'udienza preliminare per quanto successe il 3 giugno del 2017, durante la proiezione su maxischermo della finale di Champions League tra Juve e Real Madrid, quando un'imprevista esplosione di panico tra gli spettatori provocò il caos: oltre 1500 persone rimasero ferite e una di loro, Erika Pioletti, morì alcuni giorni più tardi, a seguito delle lesioni subite.

Tra gli imputati anche la sindaca Chiara Appendino, il suo ex capo di gabinetto Paolo Giordana e l'allora questore Angelo Sanna. Le accuse mosse dai pubblici ministeri Vincenzo Pacileo e Antonio Rinaudo sono disastro, lesioni e omicidio colposo in relazione alle carenze di organizzazione e di gestione. L'udienza sarà celebrata dal gup Maria Francesca Abenavoli.

La Città di Torino non si costituirà come parte civile nel processo contro gli imputati, così come era stato richiesto dalle minoranze di centrosinistra. Il tema è stato nuovamente al centro di accese polemiche ieri in Sala Rossa. Il capogruppo del Pd Stefano Lo Russo ha ribadito la sua posizione:"Riteniamo che la Città si debba costituire come parte lesa perché ha subito un danno." A replicare in maniera netta è la capogruppo del M5S Valentina Sganga.  "L'atto - ha sottolineato - andrà in aula con i tempi previsti dal regolamento e rifiutiamo strumentalizzazioni politiche sulla tragedia di piazza San Carlo".

Massimo De Marzi e Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium