/ Cultura e spettacoli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura e spettacoli | giovedì 15 novembre 2018, 13:35

La “cura” della musica: le giovani dell’Isabel Trio all’ospedale di Settimo

Il 17 novembre

La “cura” della musica: le giovani dell’Isabel Trio all’ospedale di Settimo

 

Dopo il successo degli appuntamenti della primavera-estate, torna la rassegna “La Cura della Musica”, i concerti gratuiti all’Ospedale Civico di Settimo proposti dall’Associazione Amici per la Musica con la collaborazione delle Fondazioni Comunità Solidale ed ECM.

La serie si era conclusa a luglio, ma il successo riscontrato e le numerose richieste hanno convinto gli organizzatori a mettere in programma due nuovi appuntamenti a novembre e dicembre.

Si ricomincia dunque sabato 17 novembre, alle 16.30, con le tre giovani ma già affermate componenti dell’Isabel Trio, vincitrici, tra l’altro, del Premio Smat “La musica e l’Acqua” all’edizione 2017 del Concorso internazionale di Musica da Camera Luigi Nono, organizzato dagli stessi Amici per la Musica, che le porterà ad esibirsi nuovamente a Settimo nei prossimi mesi.

L’Isabel Trio si è costituto al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino nel 2015, nella classe di musica da camera del m. Antonio Valentino. Seppur di recente formazione, il trio si è già esibito in varie occasioni quali le Serate Musicali, presso il Salone del Conservatorio di Torino, i concerti a Corte presso la Reggia di Venaria ed altri.

Sabato 17, Francesca Lo Verso (pianoforte), Giulia Manfredini (violino), Lucia Sacerdoni (violoncello) eseguiranno il Trio in Mi bemolle maggiore K542 di W.A. Mozart e i quattro Phantasiestuecke op. 88 di R. Schumann.

Il titolo della rassegna, “La Cura della Musica”, è nato pensando al benessere e al piacere che la musica dà, senza nessuna pretesa di guarire, compito lasciato al personale ospedaliero. L’entusiasmo di pazienti e pubblico giunto dalla città per gli scorsi concerti ha confermato la bontà dell’iniziativa. I concerti rimangono gratuiti e aperti a degenti, personale, pubblico esterno, sino a esaurimento dei posti disponibili.

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore