/ Eventi

Eventi | 06 febbraio 2019, 11:41

Fake news, microplastiche e cibo come fattore di integrazione: torna a Torino il Festival del Giornalismo Alimentare (VIDEO)

Dal 21 al 23 febbraio negli spazi di Torino Incontra

Fake news, microplastiche e cibo come fattore di integrazione: torna a Torino il Festival del Giornalismo Alimentare (VIDEO)

Contribuire a migliorare la qualità dell'informazione che ruota attorno al cibo, per rispondere a un preciso diritto dei cittadini: essere davvero liberi di scegliere cosa mangiare e come mangiare. È questo l'obiettivo del Festival del Giornalismo Alimentare, che torna dal 21 al 23 febbraio a "Torino Incontra".

Nei tre giorni si alterneranno seminari, tavole rotonde, laboratori pratici e incontri b2b, education ed eventi off. Sotto i riflettori, come ha spiegato il Direttore del Festival Massimiliano Borgia, alcuni dei temi più caldi e controversi del momento come l'allarme delle microplastiche in ciò che beviamo e mangiamo, le "fake news", i reati alimentari e l'e-commerce dei prodotti. "I cittadini - ha spiegato Borgia - richiedono sempre più spesso informazione sul cibo di qualità". "Il giornalismo alimentare - ha aggiunto - non è una nicchia, ma rappresenta il mondo".

Si farà poi il punto sulle strategie di promozione del Made in Italy, con interventi del Ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, il fondatore di Eataly Oscar Farinetti e Giancarlo Caselli. Grande attenzione sarà rivolta alla salute e all'educazione per una corretta alimentazione, alla presenza del Commissario europeo alla salute e sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis.

Il cibo sarà anche analizzato come possibile fattore di integrazione per le popolazioni migranti, come scelta "sostenibile" per l'ambiente e come protagonista spesso determinante nei sistemi finanziari, attraverso un'intervista con la professoressa Elsa Fornero. Anche il mondo vegano si interrogherà in un confronto aperto tra critici gastronomici e chef di successo come Pietro Leemann e Simone Salvini. Ai tavoli di discussione si affiancheranno i laboratori pratici e gli incontri B2B, durante i quali aziende e professionisti potranno incontrarsi e confrontarsi. 

"Il Festival del Giornalismo Alimentare - ha commentato il Segretario Generale della Camera Commercio di Torino Guido Bolatto - ci permette di far conoscere le eccellenze nostro territorio e della provincia Torino, attraverso in particolare due progetti". "In primis - ha proseguito - i Maestri del Gusto, che propone una selezione di 209 maestri del nostro territorio, dall'A di aceteria e apicoltori -passando attraverso le macellerie- fino al vermouth, per coprire tutto l'arco di produzione sul nostro territorio". "Ci saranno poi 140 vini, di cantine selezionate, con Torino DOC" ha concluso Bolatto.

Tra gli eventi off riservati ai giornalisti e blogger venerdì alle 20 il ristorante Esperia organizza una serata dedicata a "La tavola di Leonardo: un genio in cucina." A guidare i commensali tra aperitivo e cena saranno la giornalista ed esperta di galateo Barbara Ronchi della Rocca con il giornalista enogastronomico Claudio Porchia nel format firmato dal Gruppo More News.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium