/ Eventi

Eventi | 18 luglio 2019, 08:05

#Faccemozioni 1500-2020: tre film per rendere omaggio agli emoticons

In abbinamento, la Fondazione Sandretto propone tre opere di video arte

#Faccemozioni 1500-2020: tre film per rendere omaggio agli emoticons

In occasione della nuova mostra alla Mole Antonelliana “#FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoij”, curata da Donata Compagnoni Pesenti e Simone Arcagni, a "Cinema a Palazzo" vengono proposti, nel fine settimana, tre film selezionati dalla stessa Pesenti. «Sono abbinati a opere di video arte abbinate al tema del film: sono state scelte insieme a Irene Calderoli, curatrice della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo» spiega il direttore artistico Fulvio Paganin, presidente di Distretto Cinema. L'edizione 2019 di "Cinema a Palazzo" si propone, infatti, di far incontrare settima arte e video arte non solo attraverso questi tre titoli ma anche con la rassegna "Re-Enactments" che prevede invece tre film e tre opere ispirate a essi, in un gioco tra cinema classico e presente.

Ecco le tre serate collegate alla mostra allestita alla Mole Antonelliana (si potrà visitare fino al 6 gennaio 2020).

Venerdì 19 luglio alle 22 il pubblico potrà assistere alla proiezione del film "Manifesto" di Julian Rosefeldt che ci racconta i manifesti artistico-politici degli inizi del XX secolo uniti a quelli dei primi anni del XXI, scritti da registi come Stan Brakhage, Lars Von Trier, Jim Jarmusch e Werner Herzog. Tredici personaggi diversi (tutti interpretati da Cate Blanchett), e tredici scenari che, attraverso intensi monologhi e immagini, costituiscono un omaggio a ciascun manifesto. L’artista tedesco Julian Rosefeldt ha concepito questo lavoro come installazione su tredici schermi e ha poi deciso di raccogliere i diversi video in un unico lungometraggio. Il film è preceduto dal corto "Possessed" di Shirin Neshat (Marocco 2001, 9’). 

La serata sarà introdotta da Donata Pesenti Campagnoni e Patrizia Sandretto Re Rebaudengo. 

Sabato 20 luglio, sempre alle 22, è la volta di "Psycho", uno dei capolavori indiscussi di Alfred Hitchcock. Girato con un budget inferiore al milione di dollari, ne incassò cinquanta e diede origine a sequel, spin-off, serie televisive e a innumerevoli omaggi e citazioni. La scena dell’accoltellamento sotto la doccia, che dura meno di un minuto, richiese sette giorni di riprese a partire da un accuratissimo storyboard di Saul Bass. Indimenticabile la musica di Bernard Herrmann, tra le più famose di tutta la storia del cinema. Il film è preceduto dal corto "La casa" (2018, 6’) di Giovanni Giarretta.

E per finire domenica 21 luglio alle 22, la proiezione di "Coco" di L. Unkrich e A. Molina, premio Oscar nel 2018 quale miglior film d’animazione. E’ la storia di un giovane messicano che desidera diventare una star della musica e non capisce come mai la sua famiglia detesti da sempre questa forma d’espressione artistica. Straordinario mix di tradizione latina e macabro spirito di Halloween. Precede la proiezione del corto "Untitled version" (2007, 5’) di João Onofre.

Il costo del biglietto intero è di 6 euro. Ingresso ridotto a  5 euro per universitari, Abbonamento Torino Musei, dipendenti MiBACT e Soci CRALBBCC “Rino Rossi”. Gli over 65 anni pagano 4 euro. Conveniente la formula dell’abbonamento alla rassegna: la tessera per dieci film costa 40 euro.

Chi acquista il biglietto di ingresso ai Musei Reali  ha diritto al biglietto ridotto allo spettacolo. Viceversa, il biglietto del film dà diritto allo sconto di 2 euro sul biglietto dei Musei Reali. Si rinnova la collaborazione anche con la Fondazione Torino Musei: con il biglietto intero degli spettacoli di Cinema a Palazzo sarà possibile entrare con ingresso ridotto ai musei, e con i biglietti di ingresso di Palazzo Madama, Mao e Gam si potrà usufruire dell’ingresso ridotto alla rassegna.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium