/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 11 settembre 2019, 17:20

"Il cibo è salute": Confagricoltura partecipa al tavolo di consultazione della Regione

Zuccaro: "Parteciperemo ai gruppi di lavoro per individuare i punti critici e studiare le soluzioni in grado di migliorare sempre più l’igiene e la sicurezza degli alimenti

"Il cibo è salute": Confagricoltura partecipa al tavolo di consultazione della Regione

 

Si è insediato questa mattina all’Assessorato regionale alla Sanità il tavolo di consultazione de “Il cibo è salute”, in materia di prevenzione, sicurezza e qualità alimentare. Al tavolo partecipano, tra gli altri, le associazioni di categoria dei produttori, dei trasformatori e degli industriali operanti nelle filiere agroalimentari piemontesi.

L’iniziativa voluta fortemente dall’Assessore alla Sanità Luigi Icardi d’intesa con l’assessore all’Agricoltura Marco Protopapa, ha raccolto la piena adesione di Confagricoltura Piemonte che ha partecipato al tavolo insieme con le altre associazioni di categoria del settore alimentare, l’Università, i laboratori pubblici di ricerca e di analisi ufficiali e gli organi di controllo rappresentati dai NAS di Torino e Alessandria.

Per Confagricoltura Piemonte è intervenuto il direttore regionale Ercole Zuccaro. “È un'iniziativa che apprezziamo e condividiamo. Riteniamo che le azioni da sviluppare possano essere concertate per fornire, in un’ottica collaborativa e ciascuno per la propria parte, il massimo impegno alla promozione della cultura della sicurezza alimentare e del consumo consapevole, nell’interesse delle imprese che operano correttamente”.

Per Confagricoltura è importante lavorare in sinergia anche per comunicare ai consumatori che esistono sistemi di qualità collaudati, spiegando come funzionano le denominazioni di origine e le indicazioni geografiche protette, illustrando i metodi di produzione e di controllo, chiarendo il valore delle nostre produzioni.

“Parteciperemo ai gruppi di lavoro – ha aggiunto Zuccaro – per fornire il nostro contributo all’individuazione dei punti critici e per studiare insieme soluzioni in grado di migliorare sempre più l’igiene e la sicurezza degli alimenti nell’interesse dei consumatori”.

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium