/ Cronaca

Cronaca | 12 settembre 2019, 18:24

Torino, i soldi delle Circoscrizioni per tappare le buche e sistemare i marciapiedi sono finiti a giugno

Avrebbero dovuto coprire l'intero anno. Sono invece serviti quasi interamente per il pronto intervento, annullando ogni tipo di azione preventiva

Torino, i soldi delle Circoscrizioni per tappare le buche e sistemare i marciapiedi sono finiti a giugno

Nel 2019 le otto Circoscrizioni di Torino hanno esaurito già a giugno i soldi per la manutenzione ordinaria delle viabilità. Si tratta dei fondi che servono per tappare le buche, sistemare i marciapiedi, eliminare gli avvallamenti. I 50mila euro che avevano a disposizione sono terminati in soli sei mesi, mentre negli anni passati le risorse consentivano di arrivare almeno fino a settembre. Soldi che sono serviti quasi interamente per il pronto intervento, annullando ogni tipo di azione preventiva.

Il quadro è stato presentato questo pomeriggio in commissione Decentramento, dove erano presenti i Presidenti delle Circoscrizioni. Dall'incontro è emerso che ogni anno diminuiscono i soldi che il Comune di Torino può stanziare per le manutenzioni ordinarie e straordinarie. Per le prime si è passato dagli oltre 5 milioni e 200mila euro del 2001, a 578 mila nel 2019. Una diminuzione di soldi che supera i 4 milioni e 600 mila euro. Situazione critica anche per le manutenzioni straordinarie, dove i fondi sono passati da 7 milioni e 600mila euro a poco più di 3 milioni. Un calo di risorse economiche, a cui si affianca - come emerso in Commissione - anche quello di personale.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium