/ Attualità

Attualità | 08 novembre 2019, 16:36

I semafori Vista Red partiranno per la metà di novembre

Si comincia da corso Regina Margherita all'angolo con corso Potenza, corso Peschiera all'angolo con corso Trapani e corso Novara all'angolo con corso Vercelli

I semafori Vista Red partiranno per la metà di novembre

Entro la metà del mese di novembre a Torino saranno attivati i tre primi semafori Vista-Red, quelli che multano chi brucia il rosso.

I lavori sono stati completati sui primi tre incroci: corso Regina Margherita all'angolo con corso Potenza, corso Peschiera all'angolo con corso Trapani e corso Novara all'angolo con corso Vercelli. Qui gli impianti sono pronti e sono stati collaudati. Nei prossimi giorni verrà installata una segnaletica stradale che indicherà agli automobilisti la loro presenza e subito dopo verranno messi in funzione.

Il Comune ha deciso di dotarsi di un sistema di rilevazione delle infrazioni stradali per migliorare il controllo della viabilità e tutelare la sicurezza stradale. Le installazioni dei sistemi di controllo con tecnologia T-Red sono previste sui 14 incroci in cui si è riscontrata una maggiore incidenza di infrazioni e di sinistri; qui saranno installati innovativi sistemi di controllo del traffico in grado di identificare gli automobilisti che compiono gravi infrazioni a rischio dell’incolumità degli altri.

Saranno inoltre adottate campagne di comunicazione e l’aumento di controlli e sanzioni, tramite anche nuove strumentazioni come i Vista-Red. Entro fine 2019 la Città prevede poi di accendere le telecamere intelligenti di altri quattro incroci: corso Lecce all'angolo con corso Appio Claudio, via Pianezza all'angolo con corso Potenza, corso Agnelli all'angolo con corso Tazzoli e corso Giambone all'angolo con corso Corsica.

A seguire verranno attivati gli ultimi sette occhi elettronici. Gli impianti saranno collocati su corso Turati all'angolo con corso Bramante, corso Siracusa su corso Tirreno, piazza Pitagora con corso Orbassano, corso Unione Sovietica su piazzale San Gabriele davanti alla piscina Monumentale, corso Turati all'angolo con corso Rosselli, corso Vittorio all'angolo con corso Castelfidardo e corso Vittorio all'angolo con corso Vinzaglio.

I Vista-red scatteranno delle immagini in sequenza e potranno punire due diverse infrazioni. La prima se la vettura, a semaforo rosso, si ferma dopo la linea di arresto, la seconda se si brucia il rosso.

Le sanzioni partiranno da 40 euro, per arrivare a 200 euro con sospensione se in due anni si viene "pizzicati" due volte.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium