/ Cronaca

Cronaca | 06 dicembre 2019, 14:10

Incubo in zona Campidoglio: minacciata e aggredita per anni dal compagno, anche a relazione finita

In manette un 33enne per atti persecutori nei confronti della donna, 42 anni. L'ultima volta è entrato nella casa della ex sfondando la porta a calci

Incubo in zona Campidoglio: minacciata e aggredita per anni dal compagno, anche a relazione finita

Un cittadino senegalese di 33 anni è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato per atti persecutori nei confronti della compagna. Nella mattinata di lunedì la donna, una cittadina italiana di 42 anni, ha richiesto l’intervento degli operatori della Squadra Volanti presso la propria abitazione dove l'uomo, la notte precedente, l’ha minacciata ed aggredita. All'arrivo dei poliziotti, in zona Campidoglio, la quarantaduenne ha iniziato a descrivere un quadro di vessazioni e maltrattamenti che si protraevano dal 2016. Percosse, insulti e minacce, che in un’occasione avevano interessato anche la madre della vittima.

Nella notte tra domenica e lunedì l’uomo, che da tempo era solito presentarsi a casa della donna nonostante la fine della loro relazione, ha preteso, visibilmente ubriaco, di entrare in casa. Al rifiuto della donna, ha iniziato a prendere a calci la porta fino a sfondarla. Una volta dentro, la vittima viene è stata spinta violentemente contro il muro e strattonata più volte. La donna allora, impaurita dall’ennesimo comportamento violento dell’ex compagno, ha deciso di fuggire dall’abitazione, per farvi rientro solo qualche ora dopo, ma ricevute nuove minacce di morte al suo rientro e dopo aver subito ulteriori atteggiamenti violenti, ha deciso di denunciarlo. 

Il cittadino senegalese, che già risultava inottemperante all’ammonimento del Questore di Torino, è stato arrestato per il reato di atti persecutori.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium