/ Eventi

Eventi | 22 gennaio 2020, 14:18

Dal Congresso di Vienna alla globalizzazione: a Torre Pellice si studia la storia d’Italia

Iniziativa del circolo di Sinistra italiana aperta agli studenti e chi vuole approfondire. Per il primo ciclo ci si deve iscrivere entro venerdì 24

Un momento della festa estiva di Sinistra italiana a Torre Pellice

Un momento della festa estiva di Sinistra italiana a Torre Pellice

A Torre Pellice si approfondisce la storia d’Italia grazie ai supporti multimediali con lezioni pensate per gli studenti delle medie e delle superiori ma aperte a tutti. Nella sede del Circolo Sinistra Italiana – Leu del Pinerolese, in via Garibaldi 10, torneranno infatti gli incontri sui temi storici ma questa volta arricchiti dall’utilizzo di strumenti multimediali. Ad organizzare i cicli di lezioni è il Progetto accompagnamento scolastico, coordinato da Rosella Panzironi: «Il corso è frutto delle analisi delle esigenze di approfondimento che abbiamo rilevato tra i ragazzi durante le lezioni di accompagnamento allo studio. La necessità è quella di colmare un vuoto poiché a scuola si studia praticamente solo la prima parte della storia italiana mentre noi seguiremo le vicende della nazione dalla sua origine fino alla situazione attuale».

Le lezioni sono ad ingresso gratuito (ma sono accettati contributi per le spese) e si svolgeranno il giovedì alle 17,30. Le iscrizioni scadono il 24 gennaio per il primo ciclo di incontri e il 14 febbraio per il secondo, i corsi verranno attivati se si raggiungono almeno 8 iscritti. Per aderire basta scrivere a rpanzironi1@gmail.com o comunicarlo al 334 7015234, anche via WhatsApp. In alternativa ci si può recare in via Garibaldi 10 a Torre Pellice, dove si terranno le lezioni, tutti i giorni dalle 17 alle 18 o il venerdì mattina dalle 10,30 alle 11,30. Nella domanda d’iscrizione bisogna precisare: nome, cognome, residenza, corso di studio per gli studenti, anno di nascita, numero di telefono e indirizzo email, specificando a quale ciclo ci si vuole iscrivere o se si seguiranno tutti e due.

Il primo ciclo di incontri va dal Congresso di Vienna alla prima guerra mondiale, è impostato per gli allievi delle medie e condotto dagli insegnanti dell’accompagnamento scolastico. Il 30 gennaio si parlerà del Congresso di Vienna, dei moti carbonari e della prima guerra d’indipendenza, il 6 febbraio della Repubblica Romana e della seconda e terza guerra d’indipendenza, il 13 febbraio è in programma la discussione “Garibaldi un rivoluzionario o un mercenario?”, il 20 febbraio si toccherà il tema della prima guerra mondiale, mentre il 27 febbraio si svolgerà la lezione di collegamento con il secondo ciclo. Gli incontri saranno arricchiti da proiezioni video di spezzoni di film e filmati.

Il secondo ciclo andrà dal 1919 ai giorni nostri ed è pensato soprattutto per gli studenti delle scuole superiori e per chi è interessato all’evoluzione storica del XX secolo. Il 5 marzo Lorenzo Tibaldo parlerà del fascismo e delle sue origini, il 12 marzo toccherà a Sergio Passeto raccontare la seconda guerra mondiale e l’Olocausto, mentre il 19 marzo tornerà Tibaldo per approfondire la Resistenza e la nascita della Repubblica. L’incontro del 26 marzo sulla Repubblica Parlamentare, la Costituzione e le leggi che la regolano sarà tenuto da Alessandro Vergnano, il 2 aprile invece Corrado Brun racconterà della Ricostruzione, dei movimenti di protesta, dei referendum dei radicali, fino agli anni Settanta. Il terrorismo, il compromesso storico e le premesse della restaurazione politica degli anni ‘70-’90, saranno i temi dell’incontro del 9 aprile curato da Passetto, infine, il 16 aprile l’economia e politica del neoliberismo e della globalizzazione chiuderanno il ciclo.

Elisa Rollino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium