/ Pinerolese

Pinerolese | 25 gennaio 2020, 15:45

Trionfo dell'Italia al 9° Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino

Vittoria per 3-2 sulla Norvegia ai rigori dopo una gara ricca di colpi di scena. Il capitano azzurro Cavaliere premiato dalla mamma e dal fratello di Andrea “Ciaz” Chiarotti

Trionfo dell'Italia al 9° Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino

Trionfo azzurro al 9° Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino organizzato da Sportdipiù: l'Italia ha infatti battuto la Norvegia per 3-2 ai rigori al termine di una gara tiratissima e ricca di colpi di scena. Grande emozione, durante la premiazione, quando il capitano Gianluca Cavaliere ha ricevuto la coppa dalle mani di Serena e Guido, rispettivamente mamma e fratello dell'indimenticato hockeysta pinerolese Andrea “Ciaz” Chiarotti, fondatore e promotore del movimento del para-ice hockey sia a livello nazionale che internazionale.

Per quanto riguarda la partita, i ragazzi di coach Massimo Da Rin sono riusciti a guadagnare ghiaccio nel secondo periodo, andando più volte vicini ad un gol poi arrivato a metà tempo grazie a Stephan Kafmann; verso la sirena, però, il sorpasso norvegese ad opera di Audun Bakke ed Emil Kirstistuen ha tarpato le ali azzurre. Nel terzo periodo, al termine di un forcing asfissiante, l'Italia ha agguantato il pareggio con il solito Kafmann, mentre ai rigori è stata ancora una volta decisiva la freddezza di Nils Larch (eletto miglior giocatore della partita) e Christoph Depaoli insieme alle parate del torinese Gabriele Araudo.

Il prossimo obiettivo dell'Italia sarà il Campionato Europeo, in programma in Svezia ad aprile: “Conoscevamo – ha dichiarato Da Rin - la qualità della Norvegia al tiro ma, ai rigori, Araudo ha fatto la differenza parando un rigore a un grande giocatore come Bakke; nel secondo tempo abbiamo invece regalato troppi spazi, questo ci servirà ad aumentare la concentrazione. In ottica Europei dovremo lavorare dal punto di vista fisico per arrivare in Svezia in condizioni migliori rispetto agli scorsi Mondiali. Con la squadra al completo possiamo fare bene, l'obiettivo è quello di arrivare in zona medaglie”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium