/ Cronaca

Cronaca | 13 febbraio 2020, 20:43

Terminata l’occupazione del Rettorato, antagonisti in corteo: "Fuori i fascisti dall'Università" [VIDEO]

Cori anche contro la polizia. Il Collettivo universitario autonomo di Torino ha svolto un’assemblea all'interno del Senato Accademico

foto del corteo e dell'assemblea tratte da Facebook

foto del corteo e dell'assemblea tratte da Facebook

Scende la notte su Torino e dopo una giornata di tensione si rasserenano gli animi anche all'Università di Torino. Dopo gli scontri di oggi pomeriggio al Campus Luigi Einaudi e l’occupazione del Rettorato, il centinaio di studenti del Collettivo universitario autonomo di Torino hanno lasciato le sale di via Po. 

Un’occupazione lampo, quindi, terminata intorno alle 19:30. Nessun atto vandalico, nessuna devastazione: gli studenti hanno semplicemente svolto un’assemblea all'interno del Senato Accademico e, una volta terminata, sono andati via in corteo verso piazza Santa Giulia. La Digos ha seguito a distanza i manifestanti, che per le vie del centro e di Vanchiglia, hanno srotolato lo striscione “Fuori fascisti e polizia dall'Università” e intonato cori.

Il clou delle tensioni, come detto, si è registrato nel primo pomeriggio. Al Cle infatti il conflitto tra antagonisti e militanti del Fuan, impegnati in un’azione di volantinaggio per protestare contro un convegno ospitato all'università riguardante alcune teorie sulle foibe giudicate "revisioniste", è sfociato in violenza. Il bilancio della giornata è di tre arresti per violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e 15 denunciati. Tre invece i feriti tra le fila della polizia, con un’auto danneggiata dal lancio di oggetti e cassonetti.

La parlamentare torinese di Fratelli d’Italia Augusta Montaruli ha annunciato un’interrogazione al Ministro dell’Interno: "Gravissimo che i centri sociali a Torino possano assaltare un banchetto del Fuan in difesa dei martiri delle Foibe, gravissimo che gli stessi personaggi possano poi devastare un aula dedicata alla memoria di Paolo Borsellino, ed infine scontrarsi con la polizia ferendo quattro agenti".

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium