/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 28 febbraio 2020, 09:50

Coronavirus: le scuole del Canavese si attivano per una didattica a distanza

"La scuola c'è, non siamo in vacanza, non ci siamo dimenticati neppure per un attimo dei nostri bambini e ragazzi"

Coronavirus: le scuole del Canavese si attivano per una didattica a distanza

L'obiettivo è quello di non far perdere troppi giorni di scuola. Ma anche quello di consentire ai ragazzi di continuare a socializzare e sentirsi meno soli. 

Si stanno attivando le scuole del territorio per permettere agli studenti di seguire le lezioni da casa, in questi giorni di vacanza forzata a causa dell'emergenza coronavirus in Piemonte. 

Il primo a farlo è stato l'istituto comprensivo di Caluso, che comprende la scuola dell'Infanzia, di primo grado e di secondo grado inferiore. Martedì 25 febbraio, il dirigente scolastico reggente, Valeria Miotti ha infatti inviato una circolare alle famiglie dei bambini di elementari e medie per informarli della decisione di organizzare attività didattiche a distanza. Lo strumento utilizzato, in questo caso, il registro elettronico, su cui sono stati inseriti gli esercizi da svolgere. 

Diversa la situazione per l'istituto comprensivo di Volpiano. "Siamo tutti coinvolti in questa emergenza sanitaria e al momento non conosciamo ancora le decisioni che verranno prese dalla autorità competenti per la prossima settimana - ha messo nero su bianco pochi minuti fa Stefania Prazzoli, dirigente scolastica -. Voglio però dirvi che la scuola c'è, non siamo in vacanza, non ci siamo dimenticati neppure per un attimo dei nostri bambini e ragazzi. Se la situazione delle scuole chiuse dovesse continuare, ci stiamo attivando perché ai bambini vengano date indicazioni per una didattica da casa, moderata certamente, ma che continui a farli sentire parte del gruppo classe nonostante la situazione anomala. Questi giorni devono diventare occasione per ripassare quanto svolto fino ad ora, anche perché la parte finale dell'anno sarà una corsa di velocità".

a.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium