/ Cronaca

Cronaca | 26 gennaio 2018, 17:25

Condannata per stalking a due anni e mezzo: aveva lasciato una testa di topo morto sullo zerbino della vicina

Durante il procedimento ascoltato come testimone anche il famoso scrittore Alessandro Baricco

Condannata per stalking a due anni e mezzo: aveva lasciato una testa di topo morto sullo zerbino della vicina

Condannata per stalking non nei confronti dell'ex moglie o fidanzata, ma della vicina di casa. Si è concluso a Torino il processo contro una 45enne, accusata dalla sua dirimpettaia di soprusi e atti intimidatori.

La donna, condannata a due anni e mezzo di reclusione, avrebbe anche lasciato una testa di topo morto sullo zerbino della vicina. Nel corso dell'udienza di oggi è stato ascoltato anche il noto scrittore Alessandro Baricco, per il quale la presunta vittima delle persecuzioni lavora come colf. I fatti hanno avuto come cornice un condominio di Chieri. "Neghiamo fortemente le accuse, ricorreremo in appello", ha detto l'avvocato Alessandro Bellina, legale dell'imputata.

La vittima, costituitasi parte civile con l'avvocato Andrea Scotto, ha ottenuto una provvisionale di diecimila euro. A sostenere l'accusa il pm Stefano Castellani.

m.d.m.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium